Cade sul Gran Sasso, escursionista racconta: “Mai da soli in montagna”

Luigi è arrivato al San Salvatore in condizioni disperate, venti giorni di rianimazione

di Matilde Albani | 28 Gennaio 2021 @ 06:00 | ATTUALITA'
escursionista racconta: "Mai da soli in montagna"
Print Friendly and PDF

L’AQUILA – Escursionista racconta: “Mai da soli in montagna”. Fortunatamente oggi può raccontare quello che gli è accaduto sul Gran Sasso il 26 ottobre scorso. Mentre percorreva il sentiero estivo che conduce al Monte Aquila, sulla Cresta Duca Abruzzo a quota 2.388 metri, Luigi Paradiso, escursionista romano è scivolato ed è precipitato per 50 metri. Ad allertare il 118 sono stati alcuni escursionisti tedeschi che lo hanno visto accasciato e immobile. Poi, il recupero con l’elicottero del 118 e l’arrivo al Pronto Soccorso dell’Ospedale San Salvatore di L’Aquila in condizioni gravissime.

“E’ iniziato a tirare un forte vento, volevo andare al Bivacco Bafile  – racconta  Luigi a Laquilablog – e sono tornato indietro, poi non ricordo più nulla, in montagna mai da soli”. L’intervista.

 


Print Friendly and PDF

TAGS