Brusaferro (Iss): buone notizie, casi virus in calo ovunque, ma il virus circola ancora

di Redazione | 22 Maggio 2020, @03:05 | ATTUALITA'
Print Friendly and PDF

I casi di coronavirus “sono in decremento in tutte le regioni, anche in Lombardia”. Lo dice il presidente dell’Istituto Superiore di Sanità Brusaferro.

“Più il numero di casi è limitato, più riusciremo a individuarli subito”. Sta crescendo la quota di asintomatici e l’indice Rt di contagio è “oscillante” sul territorio. “Non è una pagella, ma uno strumento dinamico che ci aiuta a capire cosa succede e va letto con altri dati”. Indice che però potrebbe essere fondamentale per capire come proseguirà la fase 2 e se dal 3 giugno sarà possibile spostarsi tra le regioni. Brusaferro esclude però che la mobilità tra regioni possa basarsi sull’indice Rt, che varia di settimana in settimana. Secondo il presidente dell’Iss, inoltre, la questione mobilità dovrebbe essere affrontata con un numero di casi ancora più ridotto rispetto al quadro attuale.

I dati confermano comunque la capacità delle Regioni d’intervenire con tamponi e contact tracing. Ma Brusaferro mette in guardia “il virus circola ancora”, non è il momento di “allentare l’attenzione”. Non è esclusa però una risalita di casi in prossime settimane.

Per quanto riguarda i tempi di un vaccino il tempo ragionevole per pensarci è “non prima della primavera/estate del prossimo anno”, anche alla luce dei primi risultati della sperimentazione che “sono buoni”.

Le stime dell’indice Rt regione per regione:

Abruzzo 0,86
Basilicata 0,63
Calabria 0,17
Campania 0,45
Emilia Romagna 0,46
Friuli Venezia Giulia 0,63
Lazio 0,71
Liguria 0,52
Lombardia 0,51
Marche 0,48
Molise 0,51
Piemonte 0,39
Bolzano (provincia autonoma) 0,45
Trento (provincia autonoma) 0,77
Puglia 0,56
Sardegna 0,27
Sicilia 0,69
Toscana 0,59
Umbia 0,53
Valle d’Aosta 1,06
Veneto 0,56


Print Friendly and PDF

TAGS