BPER Banca, borse di studio per 52 studenti abruzzesi

20 i premiati a L’Aquila

di Redazione | 08 Aprile 2024 @ 12:00 | CULTURA
Print Friendly and PDF

L’AQUILA – Si è svolta al BPER Banca Forum Monzani di Modena, la cerimonia di consegna delle borse di studio BPER Banca – 57° edizione. Quest’anno sono stati 52 gli studenti delle scuole superiori premiati in Abruzzo e 266 a livello nazionale, provenienti da 42 province italiane, che si sono distinti nel corso dell’anno scolastico 2020-2021: 85 di loro hanno ricevuto un assegno da 700 euro, gli altri 181 un assegno da 500 euro. In particolare, all’Aquila sono stati 20 gli studenti premiati, 21 a Chieti, 7 a Pescara e 4 a Teramo. Un folto gruppo di ragazze e ragazzi ha partecipato di persona all’evento, che è stato anche trasmesso in streaming.

All’Aquila sono stati premiati: Michela Bianchi, Arbeta Bislimi, Giuseppe Bucciarelli, Andrea de Carolis, Maia di Cesare e Francesca Tarquini hanno ricevuto il premio da 700 euro. A Ludovico Amadio, Claudia Ciccone, Vittoria Cioni, Alissa Cruciani, Jasmine Geremia, Antonio Gualtieri, David Liliac, Chiara Muccio, Alessandro Petrucci, Alice Pizzi, Alessandro Pizzi, Camilla Ricci, Marianna Virga e Asia Zenobi il premio da 500 euro.

A Chieti: Arianna D’Antonio, Alberto Desiati, Giulia di Paolo, Maria Grazia Manco, Alessandro Marfisi, Giorgia Menna, Giada Renzetti e Martina Veri hanno ricevuto il premio da 700 euro. A Micaela Borrelli, Camillo Caravaggio, Arianna Ciampini, Stefania Como, Luca di Biase, Antonella di Matteo, Federica di Piero, Andrea di Santo, Vittoria Li, Sara Nervegna, Ilaria Orlando, Simone Paterra e Carola Russo, il premio da 500 euro.

A Pescara: Cristina Colaiocco, Federica Pagliaccio e Ilenia Renzetti hanno ricevuto il premio da 700 euro. A Piero Giansante, Sara Padula, Alessio Fagnani e Giulia Fruci il premio da 500 euro.

A Teramo: Eliseo de Antoniis e Giorgia di Donato hanno ricevuto il premio da 700 euro. A Matilda di Marco e Fabio Montenegro il premio da 500 euro.

Per BPER Banca sono intervenuti il Chief Human Resources Officer, Giuseppe Corni, e la Responsabile Direzione Communication, Serena Morgagni. Erano inoltre presenti il Rettore dell’Università di Modena e Reggio Emilia, Carlo Adolfo Porro, il Dirigente Scolastico Regionale, Giuseppe Schena, e, per il Comune di Modena, l’Assessore alla Cultura, Politiche giovanili, Città universitaria, Andrea Bortolamasi, e l’Assessore per l’Istruzione, Formazione professionale, Sport e Pari Opportunità, Grazia Baracchi.

Il Premio è stato istituito nel 1967 in occasione del centenario della Banca Popolare di Modena ed è ancora oggi portato avanti nel solco della tradizione, dalla banca, diventata nel frattempo BPER Banca.

L’iniziativa è un’ulteriore testimonianza dell’attenzione che l’Istituto riserva ai territori, con particolare riguardo al mondo della scuola, dell’educazione e delle giovani generazioni.

Nel corso dell’evento Giuseppe Corni, Chief Human Resource Officer di BPER ha affermato: “Come Banca che vive con convinzione la propria responsabilità sociale, desideriamo dare un segnale importante e far capire alle ragazze e ai ragazzi che investire sullo studio e sulla cultura è premiante, sono valori sui quali potranno costruire il loro futuro migliore. La consegna delle borse di studio è un appuntamento annuale che fa parte della tradizione di BPER, ma ogni volta ci emoziona e ci arricchisce perché condividiamo la soddisfazione di questi studenti, ascoltiamo le loro storie, impariamo anche noi qualcosa dai loro sogni e dalle loro aspirazioni. La Banca – ha aggiunto Corni – porta avanti da tanti anni numerosi progetti per valorizzare gli studenti meritevoli, in particolare con iniziative didattiche e partnership con Accademie, Università e scuole”.


Print Friendly and PDF

TAGS