‘Borgo dei Borghi’, c’è ancora tempo per votare il Comune di Navelli

Le votazioni possono essere fatte ogni 24 ore e sino a domenica 3 aprile alle 23.59

di Redazione | 19 Marzo 2022 @ 11:50 | CULTURA
navelli
Print Friendly and PDF

NAVELLI – “L’Abruzzo deve essere veduto, ricercato di valle in valle, in cento piccole capitali dei monti”, così il giornalista e scrittore Guido Piovene descriveva la terra abruzzese. Un concetto fatto proprio dai tanti che si stanno impegnando nel votare il Comune di Navelli, in lizza con altri 19 borghi di altrettante regioni, nella nona edizione della trasmissione il Borgo dei Borghi. Sulla questione è intervenuto il presidente della regione Marco Marsilio che con un messaggio ha voluto invitare gli abruzzesi a:

“Essere in tanti e far vincere il nostro Abruzzo egregiamente rappresentato dal borgo di Navelli”.

Certo perché la scoperta della nostra terra passa soprattutto per l’ampia vetrina che canali nazionali come Rai Tre possono dare.

Per questo il gioco rappresentato dalla trasmissione televisiva resta, pur conservando i suoi aspetti ludici, un appuntamento da non sottovalutare se si ha a cuore lo sviluppo turistico nel nostro territorio. “Ringrazio il presidente e tutti coloro che si stanno adoperando per votare e far votare Navelli”, ha detto il sindaco Paolo Federico, “Ricordo che per dare il proprio contributo basta collegarsi, anche con il telefonino, al sito internet https://bit.ly/VotaperNavelli dove, previa rapida registrazione, si potrà votare per Navelli.

Le votazioni possono essere fatte ogni 24 ore e sino a domenica 3 aprile alle 23.59 quando saranno chiuse. A dare man forte all’iniziativa abruzzese anche Antonio Di Marco, coordinatore per l’Abruzzo e Molise dell’associazione il Borgo dei Borghi, “La trasmissione il Borgo dei Borghi”, ha detto, “rappresenta un ottimo volano per far conoscere i tanti tesori nascosti della nostra bella Italia e per questo l’Abruzzo, tramite il sostegno a Navelli, deve puntare a fare risultato”. Un appello, c’è da scommetterci, che sarà fatto proprio da ogni buon abruzzese.


Print Friendly and PDF

TAGS