Bocciature seriali all’UnivAQ, insorgono studenti e genitori

di Cristina D'Armi | 12 Febbraio 2021 @ 07:10 | ATTUALITA'
Bocciature seriali all’UnivAQ: severità o abuso di potere?
Print Friendly and PDF

L’AQUILA – Bocciature seriali all’UnivAQ: severità o abuso di potere? L’Università degli Studi dell’Aquila, nel triennio 2017-2020, si conferma fra i migliori 1000 atenei al mondo. Mentre l’Ateneo abruzzese scala le classifiche internazionali, c’è chi ne evidenzia i difetti e le problematiche.

Decine e decine di studenti, aquilani e fuori sede, hanno sollevato una protesta contro quei professori che, secondo gli alunni, abusano del loro potere. Nel caso specifico, secondo le lamentele social dei ragazzi, un docente della facoltà di Biotecnologie avrebbe la bocciatura “facile”.

Bocciature seriali all’UnivAQ: severità o abuso di potere?

Questo non è dato a noi saperlo, ma sicuramente saranno necessari i controlli opportuni. A difendere i ragazzi, sono anche i genitori degli stessi. Scelta opinabile per alcuni, data la maggiore età degli universitari. Lo stress psicologico sta mettendo a dura prova la salute degli iscritti, per questo sono scese a protestare anche le famiglie.

I metodi di insegnamento del docente, vedono numerosi bocciati ad ogni appello. C’è chi ha ripetuto l’esame addirittura 15 volte, rimandando così la discussione di laurea a causa di un solo esame che, per anni, viene ripetuto senza successo.

Da quanto appreso dai gruppi social, sono anni che continuano questi episodi, tanto che il Rettore Edoardo Alesse è a conoscenza degli antefatti ma prima di prendere decisioni bisognerà capire la percentuale esatta di bocciature negli altri corsi e raffrontarla con quella del corso sotto accusa.


Print Friendly and PDF

TAGS