Biondi è un dirigente nazionale di Fratelli d’Italia: nuovo responsabile Autonomie locali

di Redazione | 03 Luglio 2023 @ 11:00 | POLITICA
Biondi Meloni fratelli d'Italia
Print Friendly and PDF

L’AQUILA – Responsabile nazionale del Dipartimento Autonomie Locali, questo il futuro di Pierluigi dentro Fratelli d’Italia secondo la ricostruzione fatta dal Corriere della Sera sulla riorganizzazione della dirigenza del partito. Si tratta del Dipartimento nazionale Autonomie Locali di cui era responsabile Guido Castelli, oggi commissario straordinario della struttura Sisma del 2016.

Un ruolo di primo piano e di livello nazionale quindi per il sindaco dell’Aquila.  Nell’organigramma del partito, tra le new entry dei dipartimenti tematici nazionali, ci sarebbero, oltre a Biondi, l’eurodeputato Nicola Procaccini per seguire l’Ambiente e il senatore Alberto Balboni la Sicurezza. 

BIONDI NOMINATO RESPONSABILE DIPARTIMENTO ENTI LOCALI FDI, LE CONGRATULAZIONI DI SIGISMONDI, LIRIS E TESTA. 
 
“Auguriamo un buon lavoro al sindaco Pierluigi Biondi per la sua nomina come responsabile del dipartimento Enti locali di Fratelli d’Italia, un incarico di prestigio e responsabilità. È un meritato riconoscimento, frutto della sua esperienza amministrativa e politica e del buon governo di cui si è reso protagonista nella città di L’Aquila. Questa nomina è la dimostrazione che c’è una classe dirigente abruzzese che gode di stima e considerazione politica, a partire dal presidente Marco Marsilio fino ai parlamentari, passando per gli esponenti eletti in Regione e nei Comuni, e a tutti i dirigenti di partito: una filiera politico-amministrativa che è classe dirigente del territorio e che in questi anni ha saputo far crescere e radicare il partito costruendo un modello di buona politica. Siamo convinti che le capacità di Biondi, il suo impegno e la sua passione saranno di fondamentale importanza per la gestione di un così importante dipartimento”. È quanto dichiarano in una nota congiunta, i parlamentari abruzzesi di Fratelli d’Italia, Etelwardo Sigismondi, Guido Quintino Liris e Guerino Testa. 

Print Friendly and PDF

TAGS