Bilancio Tua 2023 col segno più: chiusura in utile

De Angelis: “Tra crescita aziendale, nuove risorse, investimenti e nuove sfide da vincere. Un risultato che premia gli sforzi di tutti”

di Redazione | 05 Luglio 2024 @ 19:42 | ATTUALITA'
Bilancio TUA 2023-2024
Print Friendly and PDF

PESCARA – “Tua, il trasporto che fa eco”. Con questo messaggio la società unica di trasporti della Regione Abruzzo ha voluto sintetizzare l’approvazione, in utile, del bilancio di esercizio riferito al 2023.

Un’annata complessa sotto tanti punti di vista, caratterizzata da dinamiche avverse riconducibili sostanzialmente alla persistenza di fattori inflattivi inerziali e alla cessazione dei benefici legati alla “Decontribuzione Sud”. Nonostante lo scenario articolato, la Tua ha comunque chiuso il bilancio di esercizio riferito al 2023 con un utile di circa 218 mila euro.

Il 2023 è stato un anno molto importante per la Tua – ha spiegato il presidente Gabriele De Angelis – perché siamo riusciti a mantenere un equilibrio gestionale e siamo riusciti ad impostare, portare avanti e concretizzare un discorso dinamico di crescita aziendale”.

Significativi, ad esempio, i numeri che testimoniano gli investimenti sui mezzi.

Con l’obiettivo principale di mitigare gli impatti negativi legati alle emissioni di CO2, l’azienda ha infatti proseguito l’attività di rinnovo del parco veicoli, nell’ottica della transizione energetica, seguendo una ben delineata strategia di sviluppo della flotta.

Nel 2023, infatti, sono entrati a far parte della flotta dei mezzi su gomma della Tua 50 autobus alimentati a metano4 autobus elettrici, oltre ad 5 altri mezzi di ultima generazione ed un contestuale radiazione di 84 bus a gasolio.

Il consistente rinnovamento del parco rotabile ha determinato una parallela e significativa riduzione della vetustà media che si abbassa da 11,57 anni registrato nel 2022 a 10,82 anni nel 2023.

Discorso analogo in termini di investimenti anche sul versante ferroviario.

Nel 2023, infatti, sono stati acquistati 3 treni Coradia Stream 2.0 Alstom e 3 automotrici ALn 776 per un investimento complessivo di 19 milioni di euro. I nuovi veicoli ferroviari della Alstom, altamente tecnologici, vengono utilizzati sistematicamente dal mese di dicembre 2023 per raggiungere la stazione di Roma Tiburtina da Pescara.

Importanti sono stati anche gli interventi di ristrutturazione della Tua nelle otto sedi aziendali dislocate su tutto il territorio regionale per circa 2 milioni di euro.

Gli interventi hanno riguardato principalmente la manutenzione dei fabbricati con l’installazione del sistema di videosorveglianza, manutenzioni ordinarie e straordinarie dei fabbricati e delle aree esterne, lavori di efficientamento energetico e sismico, lavori per la realizzazione impianto autolavaggio, manutenzione deposito autobus e officina.

Investimenti che hanno riguardato anche il tema della transizione digitale.

Abbiamo predisposto l’infrastruttura, rilasciata in ambiente di produzione nel mese di aprile 2024, necessaria alla realizzazione di alcuni progetti strategici come la Piattaforma di Ticketing, la Control Room, il progetto MaaS, la migrazione verso il cloud computing pubblico nazionale ed il Progetto ‘Insieme per la cybersicurezza’. Le sfide dell’immediato futuro – ha sottolineato Gabriele De Angelis – si riescono ad affrontare e vincere solo con un’attenta ed efficace rivisitazione dei processi, utilizzando tecnologie digitali, con l’obiettivo di renderli più efficienti, in quantità e qualità, rendendo la raccolta, e valutazione dei dati di processo più semplice, accessibile e rappresentativa”.

Un altro aspetto determinante per il raggiungimento degli obiettivi della Tua è stato quello relativo alla forza lavoro; in Tua operano 1337 professionalità.

Nel corso del 2023 sono state assunte 81 risorse umane, 71 delle quali hanno potenziato la divisione gomma e 10 quella ferroviaria. Nel 2024 in corso, sono state già pianificate altre 32 assunzioni, in particolare 29 tra impiegati, operatori di esercizio ed operatori di manovra, oltre a 3 macchinisti.

Un altro indicatore estremamente importante per l’economica complessiva dell’azienda – ha continuato Gabriele De Angelis – è quello relativo ai ricavi da traffico che sono passati da 17,7 milioni del 2022 a 20,6 milioni del 2023. Nel 2023 – ha spiegato De Angelis – abbiamo registrato un notevole incremento dei passeggeri, tra l’altro senza adeguamento tariffario, oltre ad un rafforzamento dell’attività di contrasto all’evasione”.

I risultati raggiunti nel 2023 rappresentato solo un crocevia, importante, per garantire il miglioramento continuo dell’intera organizzazione: “L’approccio della Tua all’integrazione della sostenibilità – ha proseguito Gabriele De Angelis – è incentrato sulla trasformazione dei propri asset e della propria offerta in modo da promuovere una mobilità collettiva più ecologica, sostenibile e accessibile per tuttiUn risultato che premia gli sforzi di tutti – ha concluso De Angelis – dipendenti, management, colleghi amministratori, membri del Cda e del collegio sindacale, ai quali riservo un mio personale e sincero ringraziamento per tutto l’aiuto che mi hanno dato”.

dati significativi del bilancio 2023 della Tua sono diversi.

A partire dal valore dell’EBITDA che cresce rispetto al 2022 (valore 2023 12,9 milioni di euro) e il valore dell’EBITDA Margin che si attesta al 10,99 per cento, dato quest’ultimo superiore al benchmark del mercato di riferimento.

Eloquente, inoltre, il dato relativo alla posizione finanziaria netta (PFN), cioè di quell’indicatore per valutare la solidità finanziaria e la capacità della società di far fronte ai suoi obblighi finanziari. Il valore, infatti, è al di sotto dei 30 milioni di euro (29,16 milioni) con una riduzione dello stesso valore del 37 per cento rispetto al 2022.

Altra voce significativa del bilancio Tua è quella dei ricavi da traffico, sia per quanto concerne la divisione gomma (aumento pari a 2,8 milioni di euro che fa registrare un più 17 per cento rispetto al bilancio precedente) sia per la divisione ferroviaria (incremento del 4 per cento rispetto al 2022).

“Cinque anni fa, la vetustà del parco mezzi di TUA – ha esordito Il presidente della Giunta regionale, Marco Marsilio – era prossima ai 14 anni di media. Oggi questa media si è abbassata e sta arrivando intorno ai 10 anni. Grazie ai prossimi acquisti, cercheremo di scendere sotto i 10 anni e quindi di collocarci tra le migliori aziende italiane del Trasporto pubblico locale. Inoltre, – ha aggiunto il Presidente – è stato notevole anche il lavoro fatto sul ferro che, fino a cinque anni fa, era considerato l’anello debole della catena mentre oggi è un segmento chiave. Anche il bilancio consolidato di TUA è in attivo – ha sottolineato- e tutte le aziende del gruppo TUA realizzano quantomeno il pareggio e l’equilibrio di bilancio. La divisione ferroviaria, quasi raddoppiando i mezzi in dotazione, ha aperto una nuova stagione di protagonismo con il treno che arriva fino a Roma e nuovi servizi. In più , – ha aggiunto- stiamo attendendo a breve che RFI termini il lavoro sulla bretella di Sulmona per rendere ancora più veloce ed efficiente il il collegamento diretto L’Aquila-Pescara. Grazie a questo rafforzamento di infrastrutture e di mezzi di parco rotabile, il futuro indirizzo è quello di trasferire quanto più possibile da gomma a ferro gli spostamenti che avvengono lungo le direttrici servite dal ferro”.

Sulla stessa falsariga l’assessore trasporti, Umberto D’Annuntiis. “Non posso che congratularmi per il grande lavoro svolto dal Consiglio di amministrazione di TUA e dall’intera azienda – ha ribadito l’assessore – Del resto, la Regione, in questi anni, ha investito molto sul trasporto pubblico locale e sulle infrastrutture e continuerà a farlo in futuro perché ritieniamo che TUA possa fare un ulteriore salto di qualità rispetto al passato. Intanto, sono stati acquistati oltre 240 autobus nuovi con un investimento complessivo di 48 milioni di euro, di cui 36 milioni finanziati e 13 milioni in autominanziamento da parte di TUA. Questo ha consentito di ridurre la vetustà degli autobus del 21%, da 13,6 anni a 10,8 anni. Inoltre, – ha proseguito D’Annuntiis – sono stati acquistati anche degli autobus a metano nell’ottica di una migliore qualità ambientale e conseguentemente determinare una riduzione dell’inquinamento. Inoltre, sono aumentati i ricavi da traffico e questo significa che c’è stato più lavoro e soprattutto c’è stata una grande lotta all’evasione tanto è vero che la TUA ha fatto registrare un incremento di oltre il 500% in relazione all’entità del recupero dei ricavi da biglietteria. Pagano più persone e quindi i servizi possono migliorare. Inoltre, – ha spiegato l’assessore – nel 2023 sono stati acquistati tre nuovi treni mentre nel 2024 verranno acquistati sei treni elettrici per un totale di spesa di 37 milioni di euro. Sono state anche attivate tre linee turistiche ferroviarie per fare in modo che i visitatori possano raggiungere più facilmente i luoghi più suggestivi del nostro interno. Anche per i bus sono stati fatti ulteriori acquisti con i Fondi Sviluppo e Coesione (FSC). Oltre 50 milioni di euro – ha conlcuso D’Annuntiis- sono stati destinati all’adeguamento ed al miglioramento delle ferrovie regionali per fare in modo che il trasporto su ferro possa man mano affiancare e poi via via sostituirsi al trasporto su gomma”.


Print Friendly and PDF

TAGS