Bilancio, Abruzzo: oggi in aula per approvazione. Debiti per oltre 27 mln di euro

In aggiornamento

di Redazione | 29 Dicembre 2020 @ 15:40 | POLITICA
Print Friendly and PDF

L’AQUILA – E’ l’ora X per il Consiglio regionale per l’approvazione di un bilancio che ha già destato tante critiche da parte delle opposizioni, con dure prese di posizione i da parte del centrosinistra e del M5S.

Il consiglio di oggi pomeriggio vede da una parte la maggioranza che parla di un bilancio virtuoso, con meno risorse ma senza nuove tasse e indebitamenti. D’altra parte l’opposizione che, pur considerando che il bilancio di previsione rappresenta uno strumento flessibile, lamenta i tagli, per 50 milioni di euro che “non appaiono rispettosi della normativa vigente”. “Tagli alla romana in tutti i settori: al sociale, ai trasporti, alle famiglie e alle imprese” ha detto Paolucci durante la conferenza stampa del Centrosinistra di questa mattina.

Non solo, sul bilancio regionale gravano 27 milioni di euro di debiti per spese che non erano state previste all’inizio dell’esercizio. La parte più consistente è quella per le gestioni commissariali delle 8 Unità locali socio-sanitarie, pari a 13,7 milioni di euro. Poi 7,6 milioni di euro relativi alla restituzione di canoni idrici non dovuti, e ulteriori 5 milioni di euro per svariate posizioni debitorie e contenziose. Tra gli ultimi debiti riconosciuti la scorsa settimana c’è anche  l’acquisizione  di  prestazioni da parte del servizio di Politica energetica e Risorse del territorio, resi dalla società in house Abruzzo Engineering S.p.A. (euro 219mila e 690 euro) Oltre 10mila euro di debiti riguardano il  “Progetto Archeo.s” nei confronti del Teatro pubblico pugliese, e nei confronti della Autorità di gestione del programma di Cooperazione transfrontaliera-Ipa Adriatic. Senza dimenticare le spese da pagare alla Tim per la fornitura di telefonia fissa, dal 2015 al 2018, al dipartimento di Protezione civile della Regione. Ulteriori 23mila ero sono stati riconosciuti durante la seduta del 21 dicembre prima del suo scioglimento.


Print Friendly and PDF

TAGS