Bibl. Tommasi torna in centro: entro il 31 la progettazione esecutiva del II stralcio

di Cristina D'Armi | 22 Dicembre 2020 @ 06:00 | ATTUALITA'
Biblioteca Tommasi torna in centro
Print Friendly and PDF

Spazi più ampi e centralità valorizzata per il mondo culturale cittadino e abruzzese.

“La Provincia non voleva riportare il liceo sotto i portici per cui, allargare la biblioteca è un passo importante per tutta la regione Abruzzo ma anche per gli aquilani che vedranno gli spazi ampliati”.

Con queste parole l’assessore regionale con delega al Patrimonio, Guido Liris presentava lo stato dei lavori di recupero del complesso edilizio di proprietà della Regione, del Convitto Nazionale, della Camera di Commercio e della Provincia dell’Aquila.

Il palazzo della biblioteca Salvatore Tommasi, situato in Corso Vittorio Emanuele II, a seguito del terremoto del 6 aprile 2009 ha riportato gravi lesioni a taglio sia sui maschi, sia sulle fasce. La facciata principale ha subito un meccanismo di ribaltamento  prossimo alla perdita del bene.

Anche le volte sono state danneggiate da lesioni di grave entità.

 

 

 

 

 

 

Per i lavori  dell’aggregato pubblico più grande del post terremoto, sono stati stimati 8 anni di tempo per un importo pari a 25milioni di euro.  Sul sito Opendata ricostruzione risultano richiesti e finanziati 42milioni 745mila euro per i lavori di recupero dell’aggregato, ed erogato 1milioni 126mila e 663 euro.

A rallentare la ricostruzione  sono stati i ricorsi al Tar e al Consiglio di Stato presentati dopo che il Provveditorato interregionale alle Opere pubbliche aveva assegnato, dopo una gara, la stesura del progetto definitivo a un’Ati costituita dal consorzio di progettazione Leonardo e dal prestigioso studio di architettura Gae Aulenti. La vicenda si concluse con la sconfitta dei ricorrenti.

Per velocizzare i tempi, l’intervento è stato diviso in due stralci.

E’ stata completata la procedura per il primo stralcio che comprende circa il 50% della superficie, per un importo complessivo di 15 milioni di euro. La presentazione delle offerte è scaduta lo scorso 22 giugno. La progettazione esecutiva del secondo stralcio, terminerà entro il 31 dicembre. Ai restauri tradizionali pretesi dalla Regione, si affiancherà una parte multimediale relativa all’Agenzia di Promozione culturale della Regione.

La biblioteca Tommasi

Fu istituita  all’Aquila da Ferdinando I  di Borbone il Real Liceo degli Abruzzi, che venne collocato nell’ex convento dei francescani conventuali, fino allora adibito a casera, Si trattava del più antico complesso monastico della città, sorto alla metà del duecento con quattro cortili e la chiesa di S.’ Francesco, ed  ospitava la cella tuttora esistente, dove il 20 maggio 1444 era morto San Bernardino da Siena. Nel 1877 fu abbattuta la chiesa di S. Francesco e nella sua area si decise di sistemare una biblioteca provinciale autonoma rispetto al liceo. Si trattava di una grandiosa costruzione progettata da Alessandro Mancini.


Print Friendly and PDF

TAGS