Bernini in Abruzzo. Visita alla Scuola di Pediatria. Poi a Navelli e Pescara per Forza Italia

di Alessio Ludovici | 03 Marzo 2024 @ 06:00 | VERSO LE ELEZIONI
Print Friendly and PDF

L’AQUILA – Giornata abruzzese per il Ministro dell’Università e della Ricerca Anna Maria Bernini. Prima tappa all’Aquila in visita presso la Clinica Pediatrica dell’Ospedale San Salvatore dove ha incontrato il personale medico e infermieristico, soprattutto in virtù della riapertura della Scuola di Specializzazione in Pediatria.

“La riapertura della Scuola di Specializzazione in Pediatria è stato un atto doveroso, perché è stato intercettato un bisogno ed è importate che siano state messe a disposizione nove borse all’Aquila perché da qui potrà partire un Hub tra Abruzzo e Lazio” ha annunciato il Ministro Bernini.

Presenti all’incontro, tra gli altri, Ferdinando Romano direttore generale dell’Asl 1 Abruzzo, i professori Vincenzo Salpietro e Maurizio Delvecchio, il personale medico ed infermieristico del reparto di Pediatria e del Pronto soccorso pediatrico, Roberto Santangelo, Vicepresidente vicario del Consiglio regionale d’Abruzzo, Eliseo Iannini, candidato di Forza Italia alle Europee e Nazario Pagano, segretario regionale del Partito.

“L’incontro di oggi con il Ministro Bernini è un segnale importante di attenzione di Forza Italia al territorio dal punto di vista della formazione in campo medico – ha dichiarato Santangelo – Grazie all’interessamento del Ministero, infatti, i medici neo laureati potranno continuare a studiare all’Aquila e i cittadini potranno avere in futuro un servizio migliore dal punto di vista pediatrico”.

La visita è poi proseguita presso l’Accademia delle Belle Arti dell’Aquila dove il Ministro dell’Università e Ricerca ha incontrato gli studenti e, guidata dal Direttore Marco Brandizzi e il Presidente Rinaldo Antonio Tordera ha visitato con interesse i laboratori.

“In Abruzzo ci sono delle eccellenze accademiche, nella ricerca, nella musica, nel restauro, ma soprattutto c’è una  connessione interessante tra l’alta formazione artistica e musicale e gli Atenei che deve continuare a essere coltivata” ha sottolineato il Ministro.

“L’Abruzzo è al centro dell’attenzione del Governo, come conferma anche la visita del Ministro Anna Maria Bernini che ha voluto omaggiare le nostre eccellenze nel campo dell’alta formazione. Ringrazio il ministro per la sua vicinanza al territorio, che ha dimostrato sin dall’inizio del suo mandato. La nostra regione sta vivendo una nuova fase di sviluppo, il lavoro che il governatore Marsilio ha portato avanti ha dato i suoi frutti ed è fondamentale proseguire lungo questa rotta. Abbiamo l’occasione di consolidare e rafforzare il percorso già avviato con nuovi investimenti per la ricerca, l’industria e le infrastrutture. Forza Italia e il centrodestra rappresentano la garanzia per costruire una regione ancora più forte. Continueremo a lavorare per un’Amministrazione vicina a cittadini e imprese, capace di dialogare con le istituzionali centrali e di governare per far crescere il nostro territorio”. Lo dichiara Nazario Pagano di Forza Italia, Presidente della I Commissione Affari Costituzionali della Camera e coordinatore regionale Fi Abruzzo.

L’iniziativa a Navelli con Paolo Federico

“Sono le persone a fare la differenza, anche in politica, i valori e le idee camminano sulle gambe delle persone e sono le persone a fare la buona o la cattiva politica. Forza Italia sceglie la competenza, non vuole professionisti della politica ma sceglie persone con competenza ed esperienza e le mette a disposizione della comunità”. 

Così il ministro partecipando a Navelli a un incontro promosso da Paolo Federico, candidato di Forza Italia alle elezioni regionali del 10 marzo, alla presenza del coordinatore regionale, il deputato Nazario Pagano, degli altri candidati Luisa Taglieri e Annamaria Taccone e dei candidati alle europee Antonella Ballone ed Eliseo Iannini. In serata l’evento a Pescara con Lorenzo Sospiri.

“Il centrodestra è insieme da trent’anni e non si è mai messo insieme per fini elettorali ma perché ci crede, con una solida base di principi, valori e progetti comuni, altri si mettono insieme per vincere le elezioni ma chi la pensa in maniera molto diversa fa fatica poi a governare”, ha aggiunto Bernini. 

Federico ha lanciato al ministro la proposta di portare nei piccoli centri del comprensorio aquilano dei corsi universitari o di alta formazione: “Abbiamo avviato una importante ricostruzione di questi bellissimi borghi, con edifici anche di pregio storico-architettonico. Perché non pensiamo a dei corsi di formazione universitaria da portare in questi piccoli centri? Sarebbe una svolta per questi comuni, che potrebbero così attrarre persone da ogni parte d’Italia e del mondo offrendo peraltro l’opportunità di studiare, fare ricerca e specializzarsi in contesti di straordinaria bellezza”. 

“Il mio sogno”, ha aggiunto Federico, “è che i nostri figli tornino o restino a vivere qui, dove sono nati!”. 

Da oltre vent’anni sindaco di Navelli, Federico ha poi ricordato alcune altre esperienze da amministratore: “Ho gestito la comunità montana trasformandola nella seconda Unione dei comuni della provincia, mettendo insieme 29 comuni e gestendo i servizi sociali di ben 49 comuni senza mai ricevere una lamentela, anzi apprezzamenti da parte dei tanti, soprattutto fragili e anziani. Ho guidato il Gal Gran Sasso-Velino, che era considerato uno dei Gal-canaglia dell’Abruzzo e oggi è definito tra i più efficienti. Credo che una classe dirigente matura debba guardare a esperienze amministrative virtuose”, ha detto. 

A Castel di Sangro e Pratola Peligna, a margine delle visite della Bernini, le iniziative di Forza Italia con la candidata consigliere di Forza Italia Antonietta La Porta e Salvatore Santangelo.

A Pratola, a fare gli onori di casa il sindaco Antonella Di Nino che ha ribadito l’importanza di sostenere i due candidati consiglieri di Forza Italia. 

“Sostenere la coppia Peligno-Aquilana La Porta- Santangelo è una garanzia” è intervenuta la Di Nino “perché da loro abbiamo sempre un sostegno concreto, ci sono sempre stati per rispondere alle necessità della comunità pratolana”.

“Se si lavora insieme i risultati arrivano” ha ribadito Antonietta La Porta “mi sono dedicata con impegno e determinazione per lo sviluppo del territorio, da parte nostra nessuna falsa promessa perché non abbiamo la bacchetta magica ma la garanzia che saremo sempre presenti sul territorio”.

All’incontro hanno partecipato anche altri amministratori e rappresentanti dei Comuni del territorio tra cui il sindaco di Rocca Pia Pasquale Berarducci, il sindaco di Vittorito Carmine Presutti, i rappresentanti delle amministrazioni di Corfinio, Pettorano sul Gizio e Campo di Giove, il coordinatore territoriale di Forza Italia Lorenzo Fusco.


Print Friendly and PDF

TAGS