Beni monumentali, Biondi consegna dossier a Franceschini

" Il sisma del 2009 ha gravemente danneggiato oltre 600 immobili di rilievo culturale"

di Redazione | 29 Maggio 2021 @ 12:50 | ATTUALITA'
Print Friendly and PDF

L’AQUILA – “Al ministro Franceschini ho fatto il quadro della situazione sulla ricostruzione dei beni monumentali, ciò che è stato fatto ma, soprattutto, ciò che è ancora necessario per restituire alla comunità luoghi e spazi che scontano pesanti ritardi”.  Lo dichiara il sindaco dell’Aquila, Pierluigi Biondi, all’indomani della visita del ministro per la Cultura intervenuto ieri in città per l’inaugurazione della sede del Comando Nucleo Tutela Patrimonio Culturale e del museo MAXXI. Il primo cittadino ha consegnato un dossier in cui si sottolinea come  il terremoto del 6 aprile 2009 abbia danneggiato gravemente oltre 600 immobili di rilievo culturale: di questi 227 sono stati interessati da interventi già conclusi (compresa la messa in sicurezza), 39 sono in fase di progettazione e 85 in corso di attuazione. I restanti, circa 200, non sono compresi in alcuna programmazione, così come previsto dalla delibera Cipe 48 del 2016. “Oltre ad un’attività programmatoria puntuale ho ribadito come sia necessaria una implementazione degli organici in servizio presso il Segretariato regionale e la Soprintendenza: nonostante la grande professionalità dei loro funzionari e dirigenti la cronica carenza di personale non consente di far fronte all’enorme mole di procedimenti. La sola Soprintendenza, per esempio, all’epoca del sisma contava 125 addetti, oggi sono 25 le unità di personale in servizio”. “Potenziare le strutture e semplificare le norme, così come accaduto per i territori colpiti dal sisma 2016, – esigenza condivisa con gli altri sindaci del cratere – è determinante per proseguire e completare lo straordinario percorso di rinascita intrapreso da questa terra da dodici anni” conclude il sindaco.


Print Friendly and PDF

TAGS