Benessere psicologico, il Comune dell’Aquila si doterà di una struttura dedicata

di Francesco Simoni | 06 Gennaio 2022 @ 06:21 | SALUTE E ALIMENTAZIONE
laquila
Print Friendly and PDF

L’AQUILA – Benessere psicologico: il Comune dell’Aquila attiverà, nell’ambito del Servizio Politiche sociali, una struttura con specifica caratterizzazione psicologico- educativa. L’obiettivo è promuovere il benessere delle famiglie e prevenire le situazioni di disagio. Ad oggi sul territorio comunale sono attivi il consultorio familiare ASL con due sedi (L’Aquila Centro e Paganica), i due consultori privati di Cif e Aied e il Centro famiglia ASL, finalizzato al supporto della genitorialità e dei processi di separazione. 

La Giunta Comunale, su proposta del settore Politiche sociali, ha proposto quindi l’istituzione di un “Centro servizi Psicologico sociali ed educativi integrati” che sarà impegnato sia in azioni dirette sia in un ruolo di coordinamento e rete con tutti gli attori del mondo del benessere psicologico. Il Centro sarà incardinato nel settore Politiche sociali e i suoi servizi saranno rivolti a cittadini e famiglie per interventi gestiti direttamente dal Comune anche attraverso l’attivazione di uno sportello di ascolto psicologico, gli utenti in carico al Servizio sociale comunale, le reti associative e gli operatori di altri servizi.

Gli assi prioritari di intervento saranno il monitoraggio delle casistiche che oggi sconta la carenza di dati statistici sull’utenza dei servizi, la sperimentazione delle “famiglie professionali” per l’istituto dell’Affido, la sperimentazione dell’affido omo-culturale dei minori stranieri non accompagnati, la prevenzione del disagio scolastico e giovanile. Alcune delle azioni di cui si occuperà il Centro sono già previste nel Piano Sociale, altre andranno implementate. La nuova struttura dovrebbe avere a disposizione un Back office presso gli Uffici del Settore Politiche Sociali e Promozione Territoriale e una Sede operativa per lo Sportello di ascolto e le altre attività presso una Struttura denominata “Casa delle adozioni e degli Affidamenti Familiari”.


Print Friendly and PDF

TAGS