Bandi UE e nazionali per il mondo agricolo, le imprese e la comunicazione audiovisiva

Tutti i dettagli e le scadenze nel comunicato dell'On. Gemma

di Redazione | 30 Aprile 2024 @ 14:53 | UTILI
chiara-maria-gemma
Print Friendly and PDF

Sostegni e incentivi per il mondo agricolo, per le imprese piccole e grandi, tra cui startup e spin out, per la comunicazione audiovisiva e per il mondo degli artisti, questi i bandi principali di aprile e maggio ai quali è possibile partecipare per ottenere finanziamenti europei e nazionali.

I dettagli e le scadenze si possono scaricare dalla newsletter mensile dell’eurodeputata Chiara Gemma visitando il sito: 

https://www.chiaragemma.it/wp-content/uploads/2024/03/04-NEWSLETTER-APRILE-2024-Gemma.pdf?fbclid=IwZXh0bgNhZW0CMTAAAR2d7VqnyWFyThPFEmOgp-HRaX-qUsJnuNO8M_OdyXLeqKfHKdcY6RWdUq4_aem_Ae-FKx1lvaVhN2V4MwoOM89aJa3fpJWvNyibM-lRTJXQOBeOWaqyA6CD2OGyKJv4qiJcMqViki40YMKVkVpOAq1C

I bandi per il mondo agricolo sono riferiti a programmi semplici e a programmi multipli.

L’obiettivo è quello di rafforzare la consapevolezza e il riconoscimento dei regimi di qualità, e di finanziare e sostenere programmi di informazione e di promozione volti a mettere in evidenza almeno una delle specificità dei metodi di produzione agricola nell’Ue, in particolare sul piano della sicurezza alimentare, della tracciabilità, dell’autenticità, dell’etichettatura, degli aspetti nutrizionali e sanitari, del benessere degli animali, del rispetto dell’ambiente e della sostenibilità, oltre che delle caratteristiche intrinseche dei prodotti agricoli e alimentari, specialmente in termini di qualità, sapore, diversità o tradizioni. 

L’effetto finale atteso è di aumentare il grado di conoscenza da parte dei consumatori dei meriti dei prodotti agricoli dell’Ue e migliorarne la competitività e il consumo, ottimizzandone l’immagine e aumentandone la quota di mercato.

Sempre per il settore agricolo, un ulteriore bando riguarda l’agrisolare. 

L’obiettivo della misura è sostenere gli investimenti per la realizzazione di impianti di produzione di energia elettrica solare nel settore agricolo e agroindustriale, escludendo il consumo di suolo. Questo bando prevede il sostegno agli investimenti nelle strutture produttive del settore agricolo, zootecnico e agroindustriale, al fine di rimuovere e smaltire i tetti esistenti e costruire nuovi tetti isolati, creare sistemi automatizzati di ventilazione e/o di raffreddamento e installare pannelli solari e sistemi di gestione intelligente dei flussi e degli accumulatori. 

Infine, va segnalato un incentivo nazionale per i nuovi interventi fondiari Ismea (Istituto di Servizi per il Mercato Agricolo Alimentare) dedicati ai giovani. Il bando finanzia il 100% del prezzo di acquisto di terreni da parte di giovani di età non superiore a 41 anni che intendono ampliare la superficie della propria azienda agricola ovvero avviare un’iniziativa imprenditoriale in agricoltura, in qualità di capo azienda. 

La misura è gestita da Ismea e mette a disposizione finanziamenti da 500 mila a 1,5 milioni di euro.

A seguire ci sono due bandi nazionali, uno del valore di 675 milioni di euro rivolto a singole piccole e medie imprese, in particolare startup e spin out, per sviluppare e scalare innovazioni rivoluzionarie ad alto impatto in grado di creare nuovi mercati o rivoluzionare quelli esistenti; il secondo, molto più importante in termini di risorse economiche disponibili, per la transizione 5.0 per sostenere gli investimenti in digitalizzazione e nella transizione green delle imprese attraverso un innovativo schema di crediti d’imposta.

Il piano prevede risorse pari a 6,3 miliardi di euro, che si aggiungono ai 6,4 miliardi già previsti dalla legge di bilancio per un totale di circa 13 miliardi nel biennio 2024-2025.

Infine, ci sono due bandi europei. Uno sulla comunicazione audiovisiva paneuropea con un finanziamento di 11 milioni di euro per realizzare reportage audiovisivi dedicati all’Ue, al fine di aumentare la quantità, la qualità e l’impatto di tali reportage, nel maggior numero possibile di lingue e paesi dell’Ue, soprattutto laddove l’offerta da parte dei media è scarsa,

L’altro, per fornire sostegno finanziario ad artisti e professionisti dei settori indicati che, in collaborazione con un partner internazionale (un’organizzazione o un individuo), intendono realizzare un progetto di mobilità che persegua almeno due dei seguenti obiettivi: esplorare, ovvero condurre ricerche creative e artistiche, indagare, ispirare e lavorare su un

tema specifico o un nuovo concetto. Il bando è indirizzato ad artisti e professionisti operanti nei seguenti settori: architettura, patrimonio culturale, design e design della moda, letteratura, musica, arti visive e arti dello spettacolo. 

Tutti i dettagli, le scadenze e i link ufficiali delle misure possono essere scaricati dalla newsletter di aprile e maggio dell’europarlamentare Chiara Gemma sul sito:

https://www.chiaragemma.it/wp-content/uploads/2024/03/04-NEWSLETTER-APRILE-2024-Gemma.pdf?fbclid=IwZXh0bgNhZW0CMTAAAR2d7VqnyWFyThPFEmOgp-HRaX-qUsJnuNO8M_OdyXLeqKfHKdcY6RWdUq4_aem_Ae-FKx1lvaVhN2V4MwoOM89aJa3fpJWvNyibM-lRTJXQOBeOWaqyA6CD2OGyKJv4qiJcMqViki40YMKVkVpOAq1C


Print Friendly and PDF

TAGS