Avezzano, verso il Piano Sociale Distrettuale

di Redazione | 23 Settembre 2022 @ 11:56 | ATTUALITA'
Piano distrettuale
Print Friendly and PDF

L’AQUILA  –  Sono oltre 50 attori coinvolti in Comune per programmare gli interventi Avezzano – Verso il Gruppo di Piano per programmare attività concrete ed efficaci. Incontro operativo e preparatorio in comune per preparare il Piano sociale distrettuale d’ambito. In ballo, tra azioni dirette ed indirette, attività per oltre 4 milioni di euro di valore ad anno. La Regione Abruzzo ha approvato il Piano Sociale Regionale, che è lo strumento di programmazione degli interventi e delle politiche sociali L’ECAD3 Comune di Avezzano ha predisposto l’attuazione del Piano Sociale Distrettuale: in questo modo saranno pianificati gli interventi e le politiche sociali che guarderanno ai bisogni locali, ai residenti del Comune di Avezzano, alle persone che vivono momenti di difficoltà e di fragilità. Per organizzare al meglio la programmazione, presso la sala riunioni del Comune si è tenuto il primo incontro, si può considerare il momento zero, per la costituzione del Piano Sociale Distrettuale, uno strumento per inquadrare i problemi e implementare soluzioni; l’obiettivo del Piano è infatti fotografare con occhio attento i grandi disagi per offrire risposte reali da applicare nel minor tempo possibile. Tante le istituzioni presenti tra le quali Scuole, Centri per l’Impiego, Asl, Cooperative per una riunione il cui imperativo è stato condividere problematiche, soluzioni, idee, buone prassi; fare in modo che il Piano Sociale sia di tutti e per tutti. Presenti il Vicesindaco Domenico Di Berardino che ha sottolineato come “la programmazione sia elemento essenziale di un Piano che possa non solo aiutare con risposte vere e concrete ma che sia anche in grado di prevenire, perché solo con la programmazione si può costruire” e la dirigente dei Servizi Sociali Educativi Laura Ottavi che ha evidenziato come“ la partecipazione e la condivisione siano un esempio della volontà di far crescere il territorio; sarà necessario lavorare, rispettando le tempistiche e soprattutto cogliendo le opportunità che si presentano all’orizzonte”. Importante la relazione del dott. Alessandro Cilieri esperto di progettazione sociale che è entrato nei dettagli tecnici.


Print Friendly and PDF

TAGS