Avezzano, un grande successo l’iniziativa Donnain

di Redazione | 25 Agosto 2021 @ 22:40 | ATTUALITA'
Il presidente del Centro giuridico del Cittadino Augusto Di Bastiano
Print Friendly and PDF

AVEZZANO – Donnain, l’eco di ieri riecheggia: un grande assenso generale per gli intervenuti, per chi in presenza, per chi in partecipazione virtuale.

Si è così conclusa la seconda edizione della rassegna organizzata dal Centro giuridico del Cittadino, presidente Augusto Di Bastiano, l’evento ha raggiunto gli obiettivi prefissati, offrire lo spazio dove si potessero incontrare le donne che creano, che si descrivono, che introduco nel loro mondo lavorativo, che producono arte, che dimostrano la loro forza. Incontri realizzati in un luogo ricco di storia e di cultura individuando con l’Aia dei Musei l’ubicazione più idonea.

La manifestazione è frutto della passione e dell’impegno di tutta l’organizzazione, sono stati tanti e differenti i temi degli incontri che hanno posto in evidenza non solo importanti tematiche sociali, ma anche il valore delle donne che scelgono di cambiare la propria vita immettendosi in qualunque ambito lavorativo e diventando imprenditrici, dimostrando così quanto sia grande la dedizione e lo sforzo che ognuna di loro deve impegnare per raggiungere i propri obiettivi.

Si sono ottenuti risultati davvero positivi sia in termini di partecipazione che di apprezzamento da parte dei cittadini. “Ho investito molto per questa rassegna perché sono certo che queste sono le opportunità per evidenziare la valenza del mondo femminile, che a dire il vero nulla più deve dimostrare, ma porre al centro dell’attenzione le necessità di questo territorio, evidenziate da chi le vive con l’intento di sottoporle a chi ha la possibilità di risolverle.- afferma Augusto Di Bastiano– Voglio ringraziare tutte le associazioni che hanno sposato questo progetto che ha l’ambizione di essere elemento propositivo al territorio, ritengo che solo insieme si può fare molto e raggiungere ottimi risultati”.

Momenti che hanno gratificato il lavoro organizzativo è stato il successo della seconda edizione di “Non solo libri” la festa del libro per bambini e ragazzi. Una grande partecipazione di bimbi di ogni età, accompagnati dai propri genitori. Con entusiasmo si sono avvicinati alle tante pubblicazioni affascinati dalle copertine colorate sfogliando, con interesse e curiosità, le pagine ricche di disegni. La riuscita dell’appuntamento è stata anche la creazione di un angolo, a loro dedicato, per l’ascolto della lettura di libri.

Importanti per il notevole apporto informativo sono state le due “Giornate dell’Economia” sia “Quale futuro per le attività economiche dopo la pandemia?” che ha presentato la nuova figura del commercialista che deve affiancare l’imprenditore, sia “Nasce tutto dalla terra” dove le imprenditrice agricole hanno rivelato problematiche e successi nel settore che rappresenta il volano dell’economia del territorio.

A confronto con i cittadini l’incontro “Ruolo sociale delle amministrazioni comunali” con il quale i rappresentanti del Comune di Avezzano hanno presentato fondamentali e necessari progetti a supporto delle famiglie fragili.

Significativa è stata la giornata dedicata alle “Associazioni umanitarie, forze di pace e solidarietà. “Una rivoluzione silenziosa” che purtroppo è coincisa con la scomparsa del creatore di Emergency, il dottor Gino Strada, che portava la vita dove c’era la morte. Inevitabile è stato ricordarne il valore internazionale, ma ancor più parlare della necessità e la valenza delle associazioni che forniscono supporto a chi è in difficoltà, in particolare è stato riconosciuta la forza e l’umanità di chi offre il proprio sostegno e aiuto a chi vive in zone di guerra. Inoltre è stato evidenziato quanto sia fondamentale il volontariato e lo spirito di solidarietà espresso da tanti uomini e donne che rappresentano, con le loro prestazioni, uno dei fondamenti del vivere sociale.

Ancora un appuntamento con la cultura, la presentazione di tre libri. Tre autrici di questo territorio, donne diverse, vite diverse. E’ stata data l’opportunità al pubblico di approfondire e ascoltare dalla loro viva voce il profondo codice d’interpretazione dei loro lavori.

Undici giorni di coinvolgimento emotivo con il Memorial Giuseppe Cristofaro, con la bellezza dell’arte pittorica, con l’enfasi del concerto di piano e voce recitante, con la suggestiva musica barocca con il gioioso mondo del coro folkloristico.


Print Friendly and PDF

TAGS