Avezzano, i sindacati proclamano lo stato di agitazione dei lavoratori della Must Service

di Redazione | 07 Agosto 2021 @ 01:38 | ATTUALITA'
Print Friendly and PDF

AVEZZANO – Scalcione della Filcams, Salustri della Fisascat e De Amicis della Uil Trasporti denunciano che, ad oggi, non risulta ancora erogata la 14esima mensilità in favore dei lavoratori dipendenti della Must Service, operanti nell’appalto delle pulizie dello stabilimento LFoundry di Avezzano. L’azienda, lo scorso 30 luglio, già sollecitata dai sindacati per il tardato pagamento, si era impegnata ad effettuare i versamenti entro e non il 2 agosto.

“Siamo invece oggi a registrare, oltre al mancato rispetto delle norme contrattuali, anche una mancata ottemperanza degli accordi sindacali presi in tale occasione – affermano Scalcione, Salustri e De Amicis -. E così Filcams Cgil, Fisascat Cisl e Uil Trasporti hanno dichiarato lo stato di agitazione permanente. Non sono più tollerabili i continui e gravi ritardi, divenuti ormai sistematici, con cui Must Service paga le spettanze mensili dei lavoratori. Con ciò non rispettando quanto previsto da Contratto collettivo nazionale di lavoro (Ccnl) di settore e creando dei forti disagi alle lavoratrici e ai lavoratori che non possono far fronte ai propri impegni di spesa quotidiani. Comunichiamo, pertanto, che ci riserveremo di mettere in campo ogni eventuale azione di lotta sindacale, nel rispetto delle previsioni del Contratto collettivo nazionale di lavoro del settore e delle vigenti leggi in materia.

I sindacati concludono: “Abbiamo chiesto anche alla Committente Lfoundry, di verificare quanto denunciato ed agire prontamente, nei confronti della società che gestisce l’appalto di pulizie, affinché tali comportamenti non abbiano più luogo, in ottemperanza alle norme contrattuali e a tutela dei diritti dei lavoratori”.


Print Friendly and PDF

TAGS