Autismo, l’eurodeputata Gemma ha sottoscritto un impegno con “Autism-Europe”

di Redazione | 22 Maggio 2024 @ 12:31 | POLITICA
gemma
Print Friendly and PDF

L’eurodeputata di Fratelli d’Italia Chiara Gemma ha sottoscritto un impegno formale con Autism-Europe, l’organizzazione internazionale che si occupa della tutela dei diritti delle persone nello spettro autistico.

Il documento certifica la promessa dell’eurodeputata a collaborare e a sostenere le persone autistiche durante il futuro prossimo mandato al Parlamento europeo così come ha già fatto durante la legislatura 2019-2024.

In particolare, l’eurodeputata si impegna a rispettare e promuovere i diritti e la dignità delle persone autistiche, riconoscendo la loro diversità e il loro potenziale nell’Unione Europea; far applicare la risoluzione del Parlamento europeo del 4 ottobre 2023 sull’armonizzazione dei diritti delle persone autistiche; garantire che l’Ue e i suoi Stati membri rispettino gli obblighi previsti dalla Convenzione delle Nazioni Unite sui diritti delle persone con disabilità, affinché le persone autistiche possano godere dei loro diritti senza discriminazioni; sostenere l’attuazione e il monitoraggio della Strategia europea per i diritti delle persone con disabilità 2021-2030; riconoscere l’esperienza e la voce delle persone autistiche e delle loro famiglie, nonché delle loro organizzazioni rappresentative, consultandoli e coinvolgendoli nei processi politici e legislativi che li riguardano; rendere l’Ue e i suoi Stati membri più accessibili e inclusivi per le persone autistiche, promuovendo l’eliminazione delle barriere fisiche, legali, sociali e attitudinali e sostenendo la fornitura di sistemazioni ragionevoli e di supporto quando necessario; incoraggiare la cooperazione e il coordinamento delle attività di ricerca e innovazione sull’autismo.

“Ho firmato con orgoglio e convinzione questo impegno – ha dichiarato Gemma – dopo essere stata la prima eurodeputata della legislatura in corso a dare la possibilità di fare uno stage nel mio ufficio al Parlamento europeo a ragazze e ragazzi con varie forme di disabilità e a dare voce in varie forme alle persone autistiche e alle loro famiglie, nonché alle loro organizzazioni rappresentative.

Invito anche altri candidati e partiti politici a unirsi a me in questo impegno e a dimostrare la loro solidarietà e il loro impegno per i diritti e l’inclusione delle persone autistiche nell’Ue”.


Print Friendly and PDF

TAGS