Asl1 risponde a Di Berardino: “Il Comune non ha mai risposto alla richiesta di proporre una sede vaccinale alternativa”

di Redazione | 24 Settembre 2022 @ 13:59 | SALUTE E ALIMENTAZIONE
Domenico Di Berardino
Print Friendly and PDF

AVEZZANO –   A seguito della nota inviata dal vice sindaco di Avezzano contro la Asl, segue la risposta: “Il Comune di Avezzano non ha mai risposto alla richiesta dell’agosto scorso di proporre una sede vaccinale alternativa ma la Asl, pur di non spostarla in Comuni limitrofi, che peraltro avevano dato la loro disponibilità, sta continuando l’impegnativa ricerca di un locale con i necessari requisiti di sicurezza e idoneità” La Direzione della Asl della provincia di L’Aquila replica così all’amministrazione comunale di Avezzano alle accuse sulla sede vaccinale di via Fucino rispondendo, al contempo, anche su presunti inadempimenti relativi all’ospedale di Avezzano. “Per quanto riguarda la mancanza di apparecchiature elettromedicali del presidio”, aggiunge la Direzione, “sono già in corso le procedure di acquisto e aggiudicazione di fibrolaringoscopio, macchinario per otoemissioni ed elettromiografo, nel rispetto delle norme sulla trasparenza dei codici di appalto, che ci consentiranno di disporre dei macchinari in tempi molto brevi” “Auspichiamo”, conclude la Direzione Asl, “che si possa riavviare un rapporto costruttivo e leale con i vertici del Comune di Avezzano, mettendo da parte critiche mosse da chi, negli anni scorsi, ha avuto importanti responsabilità nell’amministrazione della sanità del territorio e non è riuscito neppure ad assicurare requisiti minimi strutturali all’ospedale di Avezzano, tra cui i bagni nei reparti. Una lacuna, ereditata dal passato, a cui l’attuale dirigenza della Asl sta mettendo riparo con atti concreti attraverso opere e finanziamenti”


Print Friendly and PDF

TAGS