Asl L’Aquila, il Pd: “Romano ai saluti? Conferma del fallimento della sua gestione”

di Alessio Ludovici | 21 Luglio 2023 @ 06:00 | POLITICA
pd sanità l'aquila
Print Friendly and PDF

L’AQUILA – Il manager della Asl 1, Ferdinando Romano, potrebbe andare via entro settembre. Questo secondo alcuni rumors emersi sulla stampa nazionale e che il Pd aquilano ha voluto cogliere per fare una sorta di bilancio del suo mandato. In conferenza stampa Nello Avellani, Stefano Albano, Eva Fascetti, Stefano Palumbo e Pierpaolo Pietrucci che hanno sonoramente bocciato la gestione Romano e la “filiera Fdi” del governo della sanità. 

“La cittadinanza è preoccupata e spaventata di recarsi in ospedale” ha spiegato Avellani. Cinque i temi attenzionati dai dem sui quali fare un punto.

Bilanci Asl e deficit. Stefano Palumbo ha evidenziato le “condizioni drammatiche del bilancio della nostra Asl”, “66 milioni di debito nel 2022, 29 in più rispetto all’anno pretendente, e il saldo tra la mobilità attiva e passiva è ancora negativo passando da 9 a 16 milioni. Questi dati sono alla base del peggioramento dei servizi”.

Personale e precariato. Due i temi sul tappeto, la carenza di personale e quello precariato ha spiegato Avellani.  “La Asl 1 ha il maggior numero di precari”. Una precarietà che rende più precario anche il lavoro quotidiano dell’ospedale. Quindi la proposta di “rimettere mano alle piante organiche, stabilizzare gli amministrativi precari” magari immaginando una “società in house autorizzata dalla regione per il reintegro”. Per quanto riguarda i precari sanitari o quelli dei servizi e della manutenzione si chiede l’attivazione di tutti gli sforzi possibili per stabilizzazioni e percorsi di reinternalizzazione.

Stato dell’ospedale. “Liste di attesa inaccettabili” secondo Pietrucci. “Le strutture sono obsolete e manca una prospettiva. Per l’edilizia sanitario zero euro sono arrivati all’Aquila perché non c’è stata una progettazione sul San Salvatore, non si è deciso nulla, se farlo nuovo o semi nuovo, fatto sta che avremo l’ospedale più vecchio d’Abruzzo”.

Gestione attacco hacker, Eva Fascetti ha quindi fatto il punto sulla gestione dell’attacco hacker, una gestione, ha spiegato, poco attenta e poco trasparente.

Medicina del territorio. Infine la medicina territoriale con Stefania Pezzopane che rilanciato le critiche sulla vicenda dei nuclei di cure primarie e sulla casa di comunità che la Asl ha deciso di fare dentro l’ospedale, un controsenso rispetto alla loro funzione.

“Se Romano dovesse effettivamente terminare il proprio incarico a settembre – così Stefano Albano – sarebbe la conferma del totale fallimento della gestione ‘firmata’ centrodestra che registrerebbe il secondo addio di un direttore generale nel giro di appena due anni”.

 

 


Print Friendly and PDF

TAGS