Asl 1, il punto. Il Garante ricorda che è vietato scaricare i dati trafugati. Riattivati molti indirizzi mail dell’ospedale

di Redazione | 18 Maggio 2023 @ 14:03 | UTILI
Vishing
Print Friendly and PDF

L’AQUILA – In riferimento al recente attacco hacker subito dalla Asl 1 Abruzzo, il Garante per la protezione dei dati personali ricorda che chiunque entri in possesso o scarichi i dati pubblicati sul dark web da organizzazioni criminali – e li utilizzi per propri scopi o li diffonda on-line, sui social network o in altro modo – incorre in condotte illecite che possono, nei casi previsti dalla legge, costituire reato. Un reato questo ancora più odioso, perché riguarda dati sanitari, quali in particolare informazioni su patologie e cure mediche di persone in condizioni di vulnerabilità e fragilità. L’Autorità avverte pertanto di non scaricare dal dark web e non condividere con terzi gli archivi potenzialmente riconducibili alla Asl 1 Abruzzo.

Per eventuali ulteriori informazioni in merito ai dati trafugati la Asl ha comunicato che è possibile scrivere direttamente alla pec protocollogenerale@pec.asl1abruzzo.it oppure alla email dpo@asl1abruzzo.it.

La Asl1 ha inoltre informato che gli indirizzi e-mail facenti capo alle principali strutture dell’azienda sono di nuovo funzionanti.

Qui l’aggiornamento, di ieri, sulla situazione dei servizi sanitari

 


Print Friendly and PDF

TAGS