Arischia sotto il fango, dopo il fuoco la montagna è senza alberi, rischio frane

Serpetti: " Bisogna fare presto, i fondi per la messa in sicurezza ci sono"

di Matilde Albani | 24 Agosto 2020 @ 20:32 | ATTUALITA'
Print Friendly and PDF

L’AQUILA-   Un violento temporale  si è abbattuto questo pomeriggio nella frazione aquilana di Arischia. Non solo la furia dell’acqua, ma il paese è stato invaso da una coperta di fango soprattutto  in via Pizzoli  dove sono arrivati i detriti del Fosso delle Pescine, devastato recentemente dagli incendi.  ” Non si può perdere tempo in questa situazione – dice a  Laquilablog il consigliere comunale  di opposizione Elia  Serpetti – ci sono soldi stanziati per mettere in sicurezza la montagna.

Con la pineta bruciata, gli alberi non  fanno più da barriera al terreno e il pericolo delle frane è altissimo, non bisogna  perdere altro tempo prima che succeda una disgrazia“. Al momento operai del Comune dell’Aquila, Asm  e volontari  sono al lavoro per liberare la strada.


Print Friendly and PDF

TAGS