Appuntamenti settimanali con la rassegna “I borghi e la memoria”

di Redazione | 17 Agosto 2021 @ 07:03 | EVENTI
Notturno d'autore de I borghi e la memoria
Print Friendly and PDF

L’AQUILA – Due serate di teatro itinerante e due concerti per la rassegna “i borghi e la memoria”, vincitrice del progetto speciale FUS a cura dei Teatri Riuniti d’Abruzzo. Ad accogliere gli spettacoli saranno tre paesi ricchi di storia e tradizioni profonde, che la rassegna mira a far conoscere attraverso l’ausilio dello spettacolo dal vivo.

Il primo appuntamento di questa settimana è per domani, 18 agosto a partire dalle 21 a Castelvecchio Calvisio, incantevole Borgo medievale adagiato su un colle a 1067 metri e affacciato sulla splendida Valle de Tirino, con i monologhi del format “Notturno d’Autore”, curato da Antonia Renzella , che ritroveremo anche il 21 agosto a Santo Stefano di Sessanio, piccolo cammeo incastonato tra le rocce, dove gli spettatori verranno traghettati da un attore nella penombra delle torri, dei vicoli, nei luoghi appartati dove avverrà l’incontro con il personaggio per un confronto intimo “a tu per tu ” tra attore e spettatore. In scena: Serena Borelli, Domenico Galasso, Gemma Maria La Cecilia, Luigi Pisani e Alfredo Troiano. Lo spettacolo di Santo Stefano di Sessanio verrà suddiviso su due turni, il primo con partenza alle 20.45 e il secondo alle 21.45. I posti sono limitati.

Il 20 e il 21 agosto sarà Caporciano ad ospitare la rassegna i borghi e la memoria con il format di “Note Disperse”. Il 20 dalle 18.30 ad essere protagonista sarà il sound dei Sud d’Anima quattro musicisti abruzzesi che hanno l’anima pervasa dalle fascinazioni del Sud. L’Abruzzo interno, quello aspro, di montagna, luogo di nascita e culla delle coscienze dei componenti di SUD d’ANIMA, ha storicamente una vocazione alla comunicazione con le zone calde e pianeggianti del centro e del sud Italia, poste sui due litorali, lì dov’erano dirette, con la transumanza, le greggi ed i pastori, portatori quest’ultimi, sia all’andata che al ritorno, di patrimoni inestimabili, sia per l’economia dei propri paesi che per la propria crescita culturale. La proposta di SUD d’ANIMA è dunque una “transumanza musicale”, non solo verso il Sud Italia, ma nei confronti di quelle culture, poste a tutte le latitudini, che hanno sembianze d’essere Sud. La band è composta da: Giovanni Corona (basso e chitarra); Fabrizio De Melis (violino, chitarra e voce); Antonio Marinelli (fisarmonica e sax); Armando Rotilio (percussioni e voce). Il 21 a fare da sfondo allo spettacolo sarà la Chiesa di Santa Maria de’Centurelli di Caporciano, considerata una struttura strategica nel periodo in cui la transumanza aveva un ruolo fondamentale nell’economia del meridione. L’occasione dello spettacolo è ben nota ed estremamente sentita sul territorio, infatti, il concerto, avverrà subito dopo le celebrazioni liturgiche legate all’arrivo del 42° corteo del Fuoco del Morrone. A risuonare alte saranno le note del “Trio di Flauti”composto da: Alessia Sallusti, Giulia Caputi e Aurora Iulianella, che si esibiranno in pezzi classici e in alcuni brevi pezzi di natura jazzistica. I concerti di Note Disperse sono in collaborazione con il Conservatorio “A. Casella” dell’Aquila.

INFORMAZIONI AL PUBBLICO:

Gli ingressi agli spettacoli sono gratuiti.

Per la partecipazione al “Notturno d’Autore” è fortemente raccomandata la prenotazione al 339.4681882 (WhatsApp).

Per info 339.4681882 o tra comunicazione@gmail.com.

Si ricorda al pubblico che a partire dal 6 agosto per accedere all’area degli spettacoli, sarà necessario esibire il green pass e un valido documento di riconoscimento d’identità. Sono esenti dall’obbligo i minori di 12 anni e i soggetti provvisti di adeguata certificazione medica.


Print Friendly and PDF

TAGS