Appennino Bike tour, M5S: “Progetto in cui abbiamo sempre creduto”

di Redazione | 22 Aprile 2021 @ 17:17 | ATTUALITA'
valentina corneli
Print Friendly and PDF

TERAMO – “L’attività di promozione e rilancio del turismo abruzzese passa anche attraverso il cicloturismo che negli ultimi tempi, grazie agli incentivi statali per l’acquisto di biciclette del Governo Conte, ha visto un incredibile sviluppo del bacino d’utenza.” Lo scrivono in una nota congiunta le parlamentari del M5S Valentina Corneli e Gabriella Di Girolamo.
 
“Forse stiamo recuperando i 20 anni persi e ci stiamo mettendo in pari con altri Paesi europei. Per questo come Movimento 5 Stelle abbiamo fortemente sostenuto anche la realizzazione dell’Appennino Bike Tour, la ciclovia dell’Appennino, ossia l’undicesima ciclovia turistica del Paese. È un progetto in cui abbiamo sempre creduto fortemente, e che ora verrà implementato grazie ai 2mln di euro stanziati con l’impegno del Movimento per l’installazione della cartellonistica. La ciclovia dell’Appennino unirà l’Italia dal Nord al Sud passando anche attraverso i meravigliosi sentieri che attraversano la nostra Regione. Quattro sono le tappe dedicate all’Abruzzo che toccheranno – tra l’altro – le aree coinvolte dal sisma, i comuni dell’alto Aterno quali Montereale, Barete e Pizzoli, e poi L’Aquila, Fossa, Villa Sant’Angelo, San Demetrio, Civitaretenga, Navelli, Capestrano, Bussi sul Tirino, Tocco da Casauria, Bolognano, Salle Nuova, Caramanico, Sant’Eufemia a Maiella, Campo di Giove, Rivisondoli, Roccaraso, Castel di Sangro. Appennino Bike Tour rappresenta solo il punto di partenza per realizzare l’idea di turismo 2.0 del Movimento, ossia una vacanza attiva in linea con le preferenze di chi ama vivere il territorio e la natura in modo ecosostenibile, coniugando l’attività all’aria aperta con la scoperta di borghi, paesaggi e non da ultimo i prodotti tipici per cui la nostra Regione è nota in tutto il mondo. L’iniziativa inoltre porterà alla manutenzione e alla riscoperta delle strade secondarie. Questa estate, a luglio, saranno svelate le nuove tracce GPX revisionate e si potrà iniziare a pedalare l’itinerario.”

Print Friendly and PDF

TAGS