“Anche i Pink Floyd possono sbagliare”, spettacolo all’Anfiteatro romano di Alba Fucens

scritto e diretto da Alessandro Martorelli, andrà in scena nell’anfiteatro romano di Alba Fucens il prossimo 5 agosto ore 21.00 ed inserito nella prestigiosa rassegna di Festiv’Alba 2023

di Redazione | 02 Agosto 2023 @ 10:12 | EVENTI
Print Friendly and PDF

MASSA D’ALBE – “Una storia di lucida follia, tra Teatro, Musica e Danza”. Si presenta così lo spettacolo “Anche i Pink Floyd possono sbagliare”, scritto e diretto da Alessandro Martorelli, prodotto da Teatranti Tra Tanti e Teatro OFF, che andrà in scena nell’anfiteatro romano di Alba Fucens il prossimo 5 agosto (ore 21) e inserito nella prestigiosa rassegna di Festiv’Alba 2023.

Quella di Lorenzo, protagonista della pièce, è una storia segnata dallo scontro reale con la società e con i suoi esasperanti meccanismi, che lo conduce in una spirale di emozioni negative, che sfoceranno poi in reazioni incontrollate fino ad allora solo immaginate. Una storia “orribile o piacevole, a seconda dei punti di vista”, come annuncia lo stesso Lorenzo, dall’istituto di cura dove è rinchiuso. E la racconta con amara ironia, sfruttando come colonna sonora “Dark side of the moon” dei Pink Floyd, che si sposa perfettamente con le atmosfere che rivive e con i temi che lui tocca.

“Anche i Pink Floyd possono sbagliare” è uno spettacolo crudo e ironico, con il sottofondo di una colonna sonora senza tempo che coinvolge il pubblico e lo trascina in un vortice di emozioni sin dalle prime battute.

Attraverso la struttura narrativa del flash back lo spettatore è invitato a scoprire e soprattutto a capire le motivazioni che hanno condotto il protagonista a tale epilogo.

Tutte le musiche, le coreografie e la computer grafica sono rigorosamente realizzate dal vivo, ma ovviamente non è necessario essere dei fan Pink Floyd per essere partecipi dello spettacolo.

“Anche i Pink Floyd possono sbagliare” è uno spettacolo contemporaneo, con una forte caratterizzazione sociale, che si avvale del principio della “multidisciplinarietà”. Tutta la storia infatti viene abilmente costruita in modo che tutte le discipline siano al servizio del racconto, che si sviluppa nelle varie costruzioni recitative, visive e sonore, perfettamente armonizzate tra loro e ciò permette un’immersione completa nella storia da parte dello spettatore, che ne viene coinvolto attraverso il testo, la musica, la danza e le immagini.

Interpreti e Personaggi

Alessandro Scafati: Lorenzo Donati

Alessandro Martorelli: Direttore

Antonio Pellegrini: Tommaso Balestra

Maria Beatrice Lo Re: Sara Donati

Alberto Santucci: Domenico Donati

Natascia Pietrangeli: Commissario Fiorenzi

Gianluca Zanellato: Barista

 PFT – The Pink Floyd Tribute Band

Marco Castellani: Voce, Chitarra

Giovanni Baldino: Chitarra

Federico Carpita: Chitarra

Paolo Castellani: Tastiere, Voce

Fabrizio Del Grosso: Tastiere, Programmazione

Mauro Lopez: Batteria

Daniele Gasparrini: Basso

Marco Brozzi: Sax, Voce

Giordana Piedimorsi: Voce

 Regia: Alessandro Martorelli

Computer grafica: Mardin Nazad                                          

Coreografie: Alessio Colella

Luci: Mario Angeloni

Audio e Programmazione Video: CineLAB


Print Friendly and PDF

TAGS