All’ex caserma Rossi il comando provinciale dei vigili del fuoco

Biondi: “Sarà potenziata la struttura del corpo che è nel cuore degli Aquilani”

di Redazione | 25 Luglio 2023 @ 16:59 | CRONACA
caserma rossi
Print Friendly and PDF

L’AQUILA  – Sarà realizzato all’interno dell’ex caserma Rossi il nuovo comando provinciale dell’Aquila dei vigili del fuoco. È quanto previsto dall’addendum all’accordo attuativo tra il Comune e vari soggetti istituzionali, che ha avuto il via libera da parte della giunta e che sarà in discussione nella seduta del Consiglio comunale di sabato 29 luglio.

La delibera, proposta dall’assessore alle Politiche urbanistiche, Francesco De Santis, modifica parzialmente l’intesa già sottoscritta tra la Municipalità capoluogo d’Abruzzo, il Ministero della Difesa, il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti (Provveditorato interregionale per le opere pubbliche di Lazio, Abruzzo e Sardegna), la Regione Abruzzo, l’Agenzia del demanio e il dipartimento dei Vigili del fuoco, del Soccorso pubblico e della Difesa civile del Ministero dell’Interno. Con tale accordo, era stato previsto che la struttura militare in questione venisse in parte destinata al Comune, mentre altra parte veniva lasciata al Demanio per le esigenze della Difesa e di altre eventuali strutture di Stato.

Il sindaco Pierluigi Biondi ha espresso “profonda soddisfazione per il traguardo raggiunto, in quanto – ha aggiunto – l’Amministrazione comunale mette in condizione il corpo nazionale in questione di avere una sede certa, che potrà essere potenziata quanto a servizi, e che soprattutto sarà a completa disposizione delle donne e degli uomini appartenenti a quell’organizzazione che, per l’eccezionale impegno profuso a tutto campo all’indomani del terremoto del 6 aprile 2009, è e resterà sempre nel cuore degli Aquilani”.

“L’addendum varato dalla Giunta e che sarà posto all’attenzione del Consiglio – ha spiegato il Daniele Ferella, il consigliere comunale che ha dal sindaco la delega specifica ai rapporti con i Vigili del fuoco – prevede che il Comune cederà un pezzo dell’area della Rossi che ha avuto in assegnazione per la ricostruzione del comando provinciale dei Vigili del fuoco. È una notizia tanto aspettata e di cui, come Amministrazione siamo estremamente soddisfatti”.

I commenti

Finalmente!”. E’ questo il primo commento del Conapo, il sindacato autonomo dei vigili del fuoco da anni in prima linea nella travagliata vicenda della ricostruzione del comando provinciale dell’Aquila dei vigili del fuoco, che sarà realizzato all’interno dell’ex caserma Rossi, come previsto dall’addendum all’accordo attuativo tra il Comune e vari soggetti istituzionali, che ha avuto il via libera da parte della giunta e che sarà in discussione nella seduta del Consiglio comunale di sabato 29 luglio.

“Fin dal 2015 – ricorda Elio D’Annibale, già segretario provinciale e regionale del Conapo, oggi componente della segreteria nazionale del primo sindacato dei vigili del fuoco – seppur in perfetta solitudine abbiamo chiesto che la sede del comando provinciale di via Pescara, gravemente danneggiata dal sisma del 2009, fosse ricostruita in un altro luogo, più idoneo e funzionale sia all’attività operativa dei vigili del fuoco che al contesto urbano circostante. E tra le ipotesi che fin da subito avanzammo, c’era proprio l’area della ex caserma Rossi”.

“Dopo anni di lavoro e battaglie, e svariate ipotesi avanzate da altri ma da noi mai condivise, e fortunatamente sempre sfumate, oggi si mette la parola fine ad una vicenda che solo grazie alla strenua e costante opposizione del personale e dei suoi rappresentanti sindacali si chiude nel senso che da sempre auspichiamo. Tramontano pertanto definitivamente – aggiunge Ermanno Pitone, segretario provinciale del Conapo – idee strampalate come quella, solo per citare l’ultima in ordine di tempo, di ricostruire la sede del comando nell’area già super congestionata di via Panella. Ipotesi che solo in extremis siamo riusciti a fare naufragare”.

“Ringraziamo con soddisfazione tutti coloro che hanno contribuito in qualsiasi modo a raggiungere questo importantissimo risultato, a cominciare dall’Amministrazione attiva e dal Consiglio comunale tutto, augurandogli buon lavoro per la seduta di sabato 29 luglio”, terminano D’Annibale e Pitone.

 

Palumbo: “Biondi contrario fino a ieri, oggi esulta senza ritegno

La notizia mi riempie di gioia, ma sulla sede del comando provinciale dei Vigili del Fuoco gli unici a poter esultare per l’epilogo di una vicenda trascinatasi per troppo tempo sono i sindacati del corpo che attraverso la loro caparbietà sono riusciti a scongiurare altre ipotesi strampalate calate dall’alto. Tra queste, lo ricordano oggi i rappresentanti della CONAPO, quella su Via Panella portata avanti testardamente dall’amministrazione comunale che, con delibera di giunta comunale n. 646 del 31/12/2020, si era addirittura proposta come stazione appaltante dell’intervento, nonostante la contrarietà della stragrande maggioranza dei vigili aquilani che ritenevano il sito inidoneo. Posizione tra l’altro ribadita qualche mese dopo nel corso di una commissione di vigilanza e controllo, da me richiesta proprio sul tema, nella quale i sindacati intervenuti si scontrarono con il muro di gomma della maggioranza dimostratasi indisponibile a valutare altre possibili soluzioni. 

Appaiono dunque davvero disarmanti i toni trionfalistici con cui oggi Sindaco e consigliere delegato annunciano il via libera alla realizzazione della sede all’interno della ex Caserma Rossi, ipotesi che fino a solo un anno fa proprio loro avevano contrastato. Onestà intellettuale avrebbe consigliato di fare invece mea culpa ammettendo gli errori di valutazione commessi e dai quali solo in ultima istanza ci si è poi ravveduti. Come vale la pena ricordare l’annuncio nel 2019 dell’allora ministro Salvini che, in chiusura di campagna elettorale per le elezioni regionali in Abruzzo, affermò come imminente l’avvio dei lavori del comando sempre all’interno della ex caserma, falsità dimostrata dal nulla di fatto fino ad oggi.  

Bugie su bugie. Del resto, nella totale assenza di una ben che minima visione urbanistica, Biondi e la sua amministrazione hanno utilizzato nel corso del tempo il contenitore della ex Caserma Rossi come fosse la borsa di Mary Poppins, capace cioè di contenere ogni cosa immaginabile, dalle scuole ai parcheggi a servizio del centro storico, agli uffici pubblici e direzionali con un unico risultato, ovvero che ad oggi, dopo 6 anni di governo della città, ancora non è stato realizzato al suo interno nulla di tutto ciò. Motivo per cui sarà mia premura rivolgere un’interrogazione o chiedere la convocazione di una commissione ad hoc in modo da evitare che il centrodestra con a capo il sindaco continui a giocare con la memoria corta di molti aquilani e inizi piuttosto a rispondere delle tante promesse fatte ma non mantenute. 

 


Print Friendly and PDF

TAGS