Alberi, ecco il censimento: “Patrimonio arboreo aquilano in buone condizioni”

di Alessio Ludovici | 28 Aprile 2023 @ 06:00 | AMBIENTE
Print Friendly and PDF

L’AQUILA – Presentati ieri a San Giuliano, alla presenza del Vice Presidente della Regione Abruzzo Emanuele Imprudente, i risultati della prima fase del “Censimento degli alberi”. Un percorso importante che si concluderà nel giugno 2024, volto alla valorizzazione del  patrimonio arboreo e alla tutela della pubblica incolumità. L’iniziativa, del settore Ambiente del Comune, è stata introdotta dall’assessore Fabrizio Taranta: “Il verde – ha spiegato – può essere funzionale non solo alla bellezza e alla natura della città ma anche al benessere dei cittadini”.
Per evitare cadute o cedimenti e gestire in modo corretto il patrimonio serve però programmazione e per programmare serve un quadro conoscitivo ha spiegato l’assessore, da qui l’esigenza del censimento: “L’obiettivo è valorizzare il nostro patrimonio e possiamo farlo solo se conosciamo lo stato in cui quelle piante si trovano. La prima fase del censimento è sull’ambito urbanizzato, finito questo percorso nel 2024 cercheremo di estendere il lavoro a tutta la periferia e alla frazioni.”
Ludovico Verna, il tecnico cui è stato affidato il lavoro che avviene in stretta relazione con gli uffici comunali, ha spiegato che si prevede il censimento di 6 mila alberi e di questi 1500 da sottoporre a valutazione di stabilità. Proprio su questi ultimi, che sono quelli che potrebbero essere un elemento di rischio maggiore perché ricadono su aree molto frequentate, si è concentrato il lavoro di questo primo anno. Sono stati già censiti 1500 alberi e 1000 sono stati sottoposti a valutazione di stabilità ha spiegato Verna che ha sottolineato che le condizioni del nostro patrimonio arboreo sono buone: “Abbiamo suddiviso il territorio e cominciato da quelle aree potenzialmente più critiche cioè con maggior transito veicolare e pedonale”. Importante capire la differenza tra pericolo e rischio, uno stesso albero, magari con gli stessi difetti, in un bosco o su una strada rappresentano due scale di rischio completamente diverse.
Tutti i risultati del censimento finiranno su una piattaforma online che permetterà al comune di monitorare e programmare per tempo gli interventi ed evitare i tagli e le potature di emergenze, in passato spesso le pericolose capitozzature che saranno vietate nel regolamento del verde che si sta approvando in Comune. La piattaforma sarà accessibile anche dai cittadini. 

All’iniziativa anche il vice presidente della Regione Abruzzo, Emanuele Imprudente che aggiornato su alcuni importanti progetti regionali in materia forestale che riguardano il territorio aquilano, la ristrutturazione del vivaio Mammarella e il primo Piano di Gestione Forestale dei boschi aquilani. Francesco Contu, del settore Foreste e Parchi della Regione Abruzzo, ha fatto il punto sugli alberi monumentali spiegando come il cittadino può chiedere la tutela di un esemplare e in base a quali criteri. A chiudere l’iniziativa Luca Iagnemma, dirigente del settore Ambiente comunale, che ha fatto il punto sui regolamenti che si stanno approvando ai quali, in materia di verde urbano, seguirà la stesura di un vero e proprio piano del verde. 


Print Friendly and PDF

TAGS