Al via le domande ‘On’ e ‘Smart & Start’

di Italo Colasimone | 09 Giugno 2022 @ 06:01 | AMMINISTRAZIONE E FISCO
avviso per contributi agli inquilini morosi incolpevoli
Print Friendly and PDF

L’AQUILA – Dal 19 maggio si è aperto il termine per presentare le domande di agevolazioni Imprese ‘On’ (Oltre Nuove Imprese a Tasso zero), a supporto della creazione di piccole e medie imprese e auto imprenditoria.

L’apertura dello sportello è per la richiesta di finanziamento per la creazione e lo sviluppo di micro e piccole imprese composte in prevalenza o totalmente da giovani tra i 18 e i 35 anni oppure da donne di qualsiasi età.

Le iniziative agevolabili sono distinte in base alla data di costituzione.

Nel caso di imprese costituite da meno di 36 mesi si possono finanziare programmi di investimento per un importo non superiore a 1,5 milioni di euro finalizzati alla realizzazione di nuove iniziative imprenditoriali o allo sviluppo di attività esistenti;

Nel caso di imprese costituite da più di 36 e meno di 60 mesi i programmi di investimento prevedono spese non superiori a 3 milioni di euro (al netto di Iva) finalizzati alla realizzazione di nuove unità produttive o al consolidamento ed allo sviluppo di attività esistenti attraverso l’ampliamento dell’attività, la diversificazione della produzione mediante prodotti nuovi aggiuntivi o la trasformazione del processo produttivo.

Le micro e piccole imprese devono essere costituite da non oltre 60 mesi e in forma societaria. Sono ammesse le società di persone e di capitali, incluse le società cooperative e le cooperative sociali che esercitano in via esclusiva o principale.

Inoltre, la compagine societaria deve essere composta per almeno il 51% da giovani under 35 o da donne di qualsiasi età.

Le imprese che intendono avviare progetti di finanziamento devono operare nei seguenti settori:

  • produzione di beni nei settori dell’industria, dell’artigianato e della trasformazione dei prodotti agricoli;
  • fornitura di servizi alle imprese e/o alle persone;
  • commercio di beni e servizi;
  • turismo;
  • attività turistico-culturali finalizzate alla valorizzazione e alla fruizione del patrimonio culturale, ambientale e paesaggistico, nonché al miglioramento dei servizi;
  • innovazione sociale intesa come produzione di beni e fornitura di servizi che creano nuove relazioni sociali ovvero soddisfano nuovi bisogni sociali, anche attraverso soluzioni innovative

Sono ammissibili alle agevolazioni le spese di acquisto di beni materiali, immateriali e servizi sostenute dopo la presentazione della domanda ovvero dalla data di costituzione della società.

In particolare, rientrano le spese relative a opere murarie e assimilate comprese quelle riferibili ad opere di ristrutturazione dell’unità produttiva oggetto di intervento per un importo non superiore al 30% del totale del programma di investimento; macchinari, impianti e attrezzature varie nuovi di fabbrica, compresi quelli necessari per l’erogazione di servizi con la formula della sharing economy.

Per le imprese costituite da non più di 36 mesi rientrano anche programmi informatici e servizi per le tecnologie dell’informazione e della comunicazione (TIC), compresi quelli connessi alle tecnologie e alle applicazioni emergenti di intelligenza artificiale, blockchain e internet of things, acquisto di brevetti o acquisizione di relative licenze d’uso, consulenze specialistiche, per un importo non superiore al 5% del totale del programma di investimento, oneri notarili connessi alla stipula del contratto di finanziamento e, limitatamente alle imprese non ancora costituite, oneri connessi alla costituzione della società, spese per capitale circolare, per un importo non superiore al 20% del totale del programma di investimento; godimento di beni di terzi comprendenti le spese di affitto relative alla sede aziendale ove viene realizzato il piano d’impresa limitatamente al periodo di realizzazione del piano  medesimo, i canoni di leasing e i costi di affitto relativi a impianti, macchinari e attrezzature necessari allo svolgimento delle attività dell’impresa.

Per le imprese costituite da più 36 e da meno di 60 mesi sono finanziabili programmi informatici, brevetti, licenze e marchi e commisurati alle esigenze produttive e gestionali dell’impresa e solo per le imprese operanti nel settore del turismo, l’acquisto dell’immobile sede dell’attività per un importo non superiore al 40% del totale del programma di investimento,

Le agevolazioni sono concesse fino al 90% sotto forma:

  1. di un contributo a fondo perduto in misura pari al:
  • 20% delle spese sostenute per le imprese costitute da non più di 36 mesi;
  • 15% delle spese sostenute per le imprese costitute da più 36 e meno di 60 mesi
  1. finanziamento a tasso zero della durata massima di 10 anni.

Le domande devono essere compilate ed inviate, esclusivamente online, attraverso la piattaforma web di Invitalia e le istanze, corredate della documentazione richiesta, saranno istruite secondo l’ordine cronologico di presentazione.


Print Friendly and PDF

TAGS