Al via il ‘Festival dei Paesi Narranti’

di Redazione | 27 Giugno 2024 @ 05:00 | EVENTI
paesi narranti
Print Friendly and PDF

L’AQUILA – Si terrà a Navelli, dal 28 al 30 giugno 2024, il ‘Festival dei Paesi Narranti’, organizzato dal GAL Gran Sasso Velino e dalla società cooperativa ‘Il Bosso’.

Un’iniziativa che rientra nel progetto A.St.T.RI. che il GAL ha promosso per evidenziare il valore dell’area interna aquilana, narrando la vita quotidiana di 15 paesi nei territori della Valle del Tirino, delle Terre della Baronia di Carapelle e dell’Altopiano di Navelli, con le loro comunità resistenti e resilienti, tante le iniziative di turismo esperienziale, animazioni territoriali, social e web, laboratori di educazione ambientale, agricoltura sociale e cucina tradizionale, davvero tante attività realizzate nel corso di questi mesi, con punti di vista originali.

Luoghi e persone raccontati anche attraverso una docu serie speciale intitolata “Paesi Narranti a passi di vita” che verrà presentata e proiettata in anteprima nazionale il 28 giugno alle ore 21.00.
Al racconto dei paesi si è affiancato un “contest cinematografico” per invitare registi italiani e esteri ad utilizzare le location dei comuni interni dell’aquilano per girare cortometraggi, un’ espressione innovativa di quella che potrà essere l’ auspicabile e futura attività della Film Commission Abruzzo.

I comuni coinvolti dal progetto sono: Barisciano, Calascio, Capestrano, Caporciano, Carapelle Calvisio, Castel del Monte, Castelvecchio Calvisio, Collepietro, Navelli, Ofena, Prata d’Ansidonia, San Benedetto in Perillis, San Pio delle Camere, Santo Stefano di Sessanio, Villa Santa Lucia degli Abruzzi.

Il Festival è stato organizzato per raccontare il lavoro svolto attraverso un calendario ricco di incontri e appuntamenti con ospiti d’eccezione tra cui Federico Quaranta conduttore radio-televisivo e autore dei programmi che conduce, tra questi, Decanter su Rai Radio2 e il cantautore abruzzese SETAK al secolo Nicola Pomponi che si esibirà in un affascinante concerto live sotto le stelle, presentando brani del suo ultimo album musicale.

L’iniziativa è stata presentata con una conferenza stampa organizzata dal GAL Gran Sasso Velino alla presenza del suo Presidente Paolo Federico, dal Vice Presidente e Assessore all’Agricoltura della Regione Abruzzo Emanuele Imprudente, Mario Di Lorenzo Direttore del GAL Gran Sasso Velino, di Cristian Moscone Presidente della Società Cooperativa “Il Bosso”, di Paolo Setta Direttore delle attività turistiche de “Il Bosso” e di Filomena Spagnoli Direttrice del settore progettazione e responsabile del progetto “A.S.T.RI – Paesi Narranti”.

Il programma

FESTIVAL DEI PAESI NARRANTI, FEDERICO: “PROGETTO ECCELLENTE CON SICURI RITORNI
SUL TERRITORIO”

NAVELLI – “Il festival dei Paesi Narranti è una buona opportunità per far conoscere il nostro territorio”, così il presidente del GAL Gran Sasso Laga Paolo Federico, “la manifestazione di tre giorni prevede una serie di eventi importanti e la presenza di professionisti del mondo della cultura di richiamo e di spessore.
Siamo convinti che potrà segnare il passo arrivando ad interessare anche le sfere istituzionali più alte”.
L’iniziativa che avrà il suo centro a Navelli coinvolgerà 15 paesi dei territori della Valle Del Tirino, delle
terre della Baronia di Carapelle e dell’Altopiano di Navelli. Un’area interna dal forte valore ambientale,
paesaggistico e culturale che sarà al centro di una serie di eventi caratterizzati da escursioni,
degustazioni, letteratura, laboratori artistici, educazione ambientale, agricoltura sociale, spazi dedicati alla
comunicazione social, cinema e molto altro. Le iniziative rientrano nell’ambito del Piano di Sviluppo Locale
2014-2022, che il GAL Gran Sasso Velino, ha messo in atto in collaborazione con la società cooperativa
“Il Bosso”, per la creazione del “Festival dei Paesi Narranti”. La progettazione è arrivata a conclusione del
lungo e corposo progetto A.S.T.RI. (Agricoltura Sociale, Turismo e Rinascita). Il ricco cartellone è stato
elaborato per evidenziare il valore dell’area dell’Abruzzo Aquilano. Un territorio davvero unico che sarà
raccontato anche attraverso una docu serie speciale intitolata “Paesi Narranti a passi di vita” che verrà
presentata e proiettata in anteprima nazionale il 28 giugno alle ore 21.00. I comuni coinvolti dal progetto
sono: Barisciano, Calascio, Capestrano, Caporciano, Carapelle Calvisio, Castel del Monte, Castelvecchio
Calvisio, Collepietro, Navelli, Ofena, Prata d’Ansidonia, San Benedetto in Perillis, San Pio delle Camere,
Santo Stefano di Sessanio, Villa Santa Lucia degli Abruzzi. Molti gli appuntamenti eccezionali con sopiti
come: Federico Quaranta conduttore radio-televisivo e autore dei programmi che conduce, tra questi,
Decanter su Rai Radio2 ed il cantautore abruzzese SETAK al secolo Nicola Pomponi che si esibirà in un
affascinante concerto live sotto le stelle, presentando i brani del suo ultimo album musicale. Le attività
prenderanno il via oggi pomeriggio con la manifestazione inaugurale per proseguire in serata con la
proiezione della docuserie “Paesi Narranti paesi di vita”. Sabato 29 mattina ci sarà la testimonianza e le
riflessioni di esperti, tecnici e operatori sui Paesi e sulle aree interne in generale nel Talk “Paesi Narranti e
Comunità Resistenti, spopolamenti e neo popolamenti, quale futuro?”, nel pomeriggio invece si parlerà di
Cinema, Turismo e Film Commission in Abruzzo nel Talk “Abruzzo la Nuova Terra del Cinema Italiano,
quali prospettive tra storia, cultura, turismo e natura” con la premiazione del miglior cortometraggio in
concorso al cinefestival, nel talk tanti ospiti d’eccezione tra i quali il regista del film “Un Mondo a Parte”
Riccardo Milani. L’ultimo giorno, domenica 30, ci saranno attività di educazione ambientale e turismo
esperienziale in natura. Navelli di recente è stato nominato come uno dei borghi più cinematografici
d’Italia, mentre sono tante le zone del territorio finite all’interno di pellicole dal grande successo di
pubblico. Per questo il racconto dei paesi è stato affiancato un “contest cinematografico” per invitare
registi italiani e esteri ad utilizzare le location dei comuni interni dell’aquilano per girare cortometraggi,
un’espressione innovativa di quella che potrà essere l’auspicabile e futura attività della Film Commission
Abruzzo.


Print Friendly and PDF

TAGS