Al call center dell’Aquila arrivano i tre giorni di sciopero nazionale di Slc Cgil, Fistel Cils e Uilcom Uil

i sindacati vogliono conoscere come verrà gestita l'internalizzazione del servizio Inps

di Redazione | 10 Luglio 2021 @ 08:12 | ATTUALITA'
Print Friendly and PDF

ROMA – Le segreterie nazionali di Slc Cgil, Fistel Cisl e Uilcom Uil hanno indetto tre giorni di sciopero al call center che in Italia gestisce la commessa Inps, tra questi anche il sito dell’Aquila della Comdata.

A novembre l’ente previdenziale deve internalizzare il servizio call center, ma ancora non sono chiare in che modo venga effettuata l’operazione e che garanzie abbiano gli attuali lavoratori impegnati a gestire la commessa all’interno di una società privata.

Questo è il comunicato di Slc Cgil, Fistel Cis e Uilcom Uil

Il giorno 9 luglio si è riunito il Coordinamento unitario delle RSU della commessa INPS congiuntamente alle Segreterie Nazionali e territoriali di SLC CGIL, FISTEL CISL, UILCOM UIL.

Il Coordinamento ha condiviso pienamente la preoccupazione per la gestione dell’intera operazione da parte dell’INPS. Una gestione fatta di personalismi e populismo ma che ad oggi non ha ancora dato una sola risposta alle preoccupazioni delle lavoratrici e dei lavoratori coinvolti.

Il Coordinamento e le Segreterie ribadiscono:

– che l’unica soluzione possibile sia l’applicazione della clausola sociale secondo le regole recepite nel CCNL delle Telecomunicazioni;

– respingono la scelta aziendale di lasciare fuori dal perimetro dell’internalizzazione le lavoratrici ed i lavoratori addetti anche alla commessa ADER ma prevalentemente focalizzati sulla commessa INPS;

– condanna la scelta della Consip di continuare ad aggiudicare commesse pubbliche a cooperative sociali che costituiscono un elemento di dumping salariale e normativo.
Questa posizione verrà ribadita con forza già a partire dalla prossima settimana alla Presidenza della Commissione Lavoro della Camera che ha preannunciato la convocazione delle scriventi OO.SS..

L’internalizzazione deve essere un percorso acquisitivo per tutti i lavoratori non una bandiera propagandistica. Per rafforzare le giuste rivendicazioni delle lavoratrici e dei lavoratori le scriventi Segreterie Nazionali

proclamano un pacchetto di scioperi così articolato:
– 2 ore di sciopero ad inizio turno per tutti i lavoratori adibiti alla commessa INPS sia nell’appalto diretto che nei subappalti per il 12 luglio 2021;

– 2 ore di sciopero ad inizio turno per tutti i lavoratori adibiti alla commessa INPS sia nell’appalto diretto che nei subappalti per il 15 luglio 2021;

– 2 ore di sciopero ad inizio turno per tutti i lavoratori adibiti alla commessa INPS sia nell’appalto diretto che nei subappalti per il 27 luglio 2021;

– una ulteriore giornata di sciopero intero turno di lavoro da collocarsi entro il mese di luglio 2021 a seguito dell’esito dell’incontro con la Commissione Lavoro a supporto della modifica della Legge di internalizzazione;

– manifestazione nazionale di tutti i lavoratori interessati da organizzarsi entro il mese di settembre.

Roma, 9 luglio 2021

Le Segreterie Nazionali Slc Cgil, Fistel Cisl e Uilcom Uil


Print Friendly and PDF

TAGS