Aied, due eventi per festeggiare la nuova sede

di Redazione | 03 Marzo 2024 @ 05:00 | EVENTI
Aied
Print Friendly and PDF

L’AQUILA – La nuova sede dell’Aied, in via Beffi n.7 a Coppito, è già attiva dai primi giorni del nuovo anno ma i festeggiamenti per questo nuovo traguardo sono partiti ieri, con il primo dei due incontri organizzati dall’associazione.

Quella di ieri è stata l’occasione per ringraziare le Istituzioni e tutti coloro che, attraverso donazioni, hanno contribuito all’apertura della nuova sede. L’incontro si è svolto presso la libreria Colacchi e, dopo i saluti introduttivi della presidente dell’Aied L’Aquila, Alessia Salvemme e del presidente dell’Aied nazionale, Mario Puiatti, è stato proiettato un docufilm che ripercorre la storia dell’Aied e delle battaglie per la conquista dei diritti civili in Italia.

Lo stesso documentario verrà riproposto nel secondo incontro organizzato dall’associazione che avrà luogo il prossimo 15 marzo alle 18.00, presso il cinema Moviplex.

‘Il coraggio della libertà. 70 anni di generazioni consapevoli’, questo il titolo, riporta interventi di Emma BoninoFranco GrilliniGianfranco PortaMario PuiattiAnna SampaoloChiara Saraceno.

Il docufilm, di Alessandro Pasian e Francesco Guazzoni, è stato prodotto dall’Aied nazionale.

“Nelle immagini preziose degli archivi Rai e dell’Istituto Luce, – scrive l’associazione in una nota – i presenti hanno potuto rivivere la storia dell’Aied in parallelo con la storia d’Italia degli ultimi 70 anni. È stato emozionante vedere come uomini e donne illuminati, che hanno fondato l’Aied nel 1953, abbiano inciso così profondamente nella storia d’Italia, attraverso la disobbedienza civile e rischiando in prima persona anche l’arresto, come previsto dall’art. 553 del Codice civile, di stampo fascista, che vietava la propaganda e la diffusione dei mezzi contraccettivi, considerandole un reato contro la stirpe. 

Vedere quanto indietro eravamo solo pochi decenni fa in Italia e osservando quello che accade ancora oggi nel mondo, dove nella metà delle nazioni alla donna non è garantito il diritto di scegliere, fa riflettere su quanto i diritti acquisiti siano sempre temporanei e non vadano mai dati per scontati. Per questo è importante che quante più persone possano vedere il docufilm e per questo abbiamo pensato anche ad una proiezione aperta a tutta la cittadinanza, con ingresso libero e gratuito, senza prenotazione, il 15 marzo al cinema Movieplex”.


Print Friendly and PDF

TAGS