Agricoltura, Coldiretti spera nella pioggia ma è paura freddo

di Redazione | 02 Marzo 2020 @ 17:07 | ATTUALITA'
meteo
Print Friendly and PDF

ROMA – La pioggia è attesa nelle campagne per combattere il rischio siccità e non lasciare l’Italia a secco in un 2020 segnato fino ad ora da un calo delle precipitazioni dell’80% e una temperatura superiore di 1,87 gradi la media storica secondo le elaborazioni su dati Ispra relativi al mese di gennaio 2020.

È quanto afferma la Coldiretti in riferimento all’arrivo del maltempo con la caduta di neve previsto dalla protezione civile in diverse regioni.

Neve e pioggia sono importanti per creare riserve idriche, ma per portare benefici le precipitazioni devono cadere in modo costante e durare nel tempo.

I forti temporali, soprattutto se intensi, rischiano di provocare danni; i terreni, infatti, non riescono ad assorbire l’acqua che cade violentemente e tende ad allontanarsi per scorrimento provocando frane e smottamenti.

A preoccupare, continua la Coldiretti, è poi il brusco abbassamento delle temperature che rischia di compromettere le fioriture dei frutteti anticipate in tutta Italia dal clima anomalo, con la perdita dei raccolti estivi. In pericolo anche 50 miliardi di api presenti sul territorio nazionale ingannate dalla finta primavera.


Print Friendly and PDF

TAGS