Adsu, soddisfazione della Lega: “Nuova casa dello studente e proroga Campomizzi più vicine”

di Alessio Ludovici | 04 Giugno 2022 @ 13:25 | POLITICA
Print Friendly and PDF

L’AQUILA – Conferenza stampa presso la sede della Lega a L’Aquila, questa mattina, per fare il punto sull’importante atto con cui ieri si è formalizzata la permuta dei terreni della Carducci su viale Duca degli Abruzzi e di proprietà del Comune e della vecchia casa dello studente, di proprietà della Regione. Proprio all’ex Carducci sorgerà la nuova casa dello studente che, secondo i piani dell’azienda, insieme a Casale Marinangeli, 50 posti, e l’ex San Salvatore, 100 posti, dovrebbe garantire agli universitari delle fasce sociali più vulnerabili un totale di 240 posti letto. Ad illustrare il provvedimento c’erano la Presidente dell’Adsu L’Aquila, Eliana Morgante, il segretario regionale della Lega, Luigi D’Eramo, il vice presidente della Regione Abruzzo, Emanuele Imprudente e l’assessore regionale al Diritto allo studio, Pietro Quaresimale. Assente, per motivi di lavoro, l’assessore comunale all’urbanistica, Daniele Ferella
“Un provvedimento che ha richiesto un grande lavoro di preparazione – ha spiegato D’Eramo – e di collaborazione tra istituzioni. Un lavoro lungo sul quale c’è stato il massimo sforzo”.
Provvedimento inserito nel piano strategico dell’Adsu, “un lavoro difficilissimo – commenta la Morgante – dal punto di visto amministrativo e politico, e un primo obiettivo importante che faciliterà la realizzazione di una nuova casa dello studente in centro storico”. Ci saranno anche degli adeguamenti rispetto alla programmazione originaria, ha spiegato la Presidente dell’ente strumentale della Regione Abruzzo, con l’inserimento della mensa che non era stata prevista. Sulle tempistiche ha confermato che gli incontri sono già in corso, anche con l’ateneo, ed entro l’estate si punta già a terminare la fase prodromica per poi poter passare agli iter progettuali e di messa in opera.
“Un provvedimento che era annunciato da anni, dal 2012 – ricorda Imprudente – noi abbiamo portato a compimento un atto che ha una grande valenza di prospettiva”.
L’atto, confermano Quaresimale e D’Eramo, dovrebbe facilitare anche la discussione con il Ministero per la Difesa sulla Caserma Campomizzi, che da dopo il sisma ospita in alcune palazzina la residenza universitaria e la mensa. “Stiamo lavorando alla proroga di Campomizzi – l’annuncio dell’assessore regionale – e c’è anche un avviso per un eventuale soluzione alternativa, ma la formalizzazione di questa permuta ci aiuta perché ci permette di presentare un cronoprogramma chiaro al Ministero”. 

Print Friendly and PDF

TAGS