Accademia medica L’Aquila, Bizzarri referente area ‘sport e salute’

di Redazione | 31 Ottobre 2022 @ 09:46 | ATTUALITA'
accademia medica
Print Friendly and PDF

L’AQUILA – Francesco Bizzarri nominato referente dell’area “sport e salute” dell’Accademia Medica della Provincia dell’Aquila “Salvatore Tommasi” onlus. Nuova importante nomina all’interno dell’Accademia medica dell’Aquila. Francesco Bizzarri è da oggi il referente dell’area “sport e salute”. Medico dello Sport dell’Università dell’Aquila, Presidente del CUS L’Aquila (Centro Universitario Sportivo) e Presidente regionale del Cusi (Centro universitario sportivo italiano), Bizzarri ha dedicato la sua carriera alla promozione delle attività sportive in tutte le sue connotazioni e a diffondere la cultura dello sport come “valore” della società.
 
È attualmente anche presidente del comitato esecutivo di L’Aquila Città europea dello Sport, e la sua sensibilità e attenzione alle tematiche riguardanti “sport e salute” sono sempre state note all’opinione pubblica e alle Istituzioni, motivo per cui il direttivo dell’Accademia ha ritenuto di dovergli affidare questa importantissima area culturale. A lui il mandato di favorire iniziative che possano avvicinare principalmente i giovani e gli anziani allo sport, i primi per evitare le deviazioni verso le dipendenze e una educazione orientata alla salute, i secondi per fare prevenzione rispetto alle patologie cardiovascolari. Come già accaduto per altri settori, anche in questo caso l’Accademia si propone quale amplificatore culturale su temi “sensibili”, facendo da ponte tra il mondo della sanità, ospedaliera e universitaria, e la comunità. “Riteniamo  che con la nomina di Bizzarri al settore sport e salute”, afferma Ettore Martini “si possa ritenere conclusa l’organizzazione di base dell’Accademia, che nei suoi primi due anni di attività ha portato a termine numerose iniziative culturali, molto apprezzate dalla comunità. Il 14 novembre è in programma un evento rivolto agli studenti sulla donazione degli organi, a cui ne seguirà un altro, sullo stesso tema, il 12 dicembre, presso il conservatorio Casella, ma rivolto all’intera comunità. Il calendario del 2023 si presenta già ricco di numerose progettualità”. 


Print Friendly and PDF

TAGS