Abruzzo: in Regione la maggioranza ostaggio di se stessa

di Redazione | 20 Ottobre 2020, @08:10 | POLITICA
Print Friendly and PDF

L’AQUILA. – “Uno spettacolo veramente vergognoso quello messo in scena dalla maggioranza di centrodestra oggi, regolamenti di conti, debiti fuori bilancio basati su atti illegittimi come nel caso della convenzione Napoli e per cui ricorreremo alla Procura della Corte dei Conti e agli organismi di controllo, mentre l`Abruzzo aspetta che chi Governa cominci ad occuparsi di questioni serie e non di potere”. Cosi` in una nota congiunta i consiglieri regionali del Pd (Silvio Paolucci, Antonio Blasioli, Dino Pepe, Pierpaolo Pietrucci), Americo Di Benedetto (Legnini Presidente), Sandro Mariani (Abruzzo in Comune) e Marianna Scoccia (Gruppo Misto).

“Prima la Lega si sovrappone ai lavori delle Commissioni IV e V convocate congiuntamente e in sessione europee, perche` era urgente, piu` urgente dei lavori del Consiglio avviato a sera ormai inoltrata, consumare il regolamento dei conti con il resto degli alleati che domina tutto il lavoro istituzionale ormai da settimane – scrivono -. Un fatto gravissimo quello accaduto oggi:cominciano i lavori delle commissioni congiunte e la Lega fa saltare tutto, esattamente come avevamo previsto. L`Abruzzo ha tantissime priorita` che chi amministra dovrebbe affrontare subito e invece il Consiglio diventa prigioniero del braccio di ferro che ormai e` l`unica cosa che interessa il partito di maggioranza per vedere fuori dall`esecutivo l`assessore Mauro Febbo, considerato reo della debacle teatina”.

“Marsilio si svegli e decida cosa fare – tuonano -: e` un presidente di Regione, non un ospite. Non contenti di questo, inseriscono il debito `fuori sacco` per il Napoli Calcio chiamandolo `misure covid`, cio`, forse, dopo aver regolato la questione politica e aver sancito un accordo per sedare le ire dei salviniani. Cosi` l`illegittima convenzione del Napoli – incalzano i consiglieri di opposizione – ormai diventa un debito fuori Bilancio a tutti gli effetti. Una Giunta incapace e nel pallone quella del presidente Marsilio, che con la quarta approvazione della variazione al bilancio vincola risorse negli anni fino al 2025, per legittimare una convenzione che legittima non e`, perche` firmata senza coperture, pur di avere la societa` del Napoli in agosto per i suoi ritiri. Un atto che ha nuovamente piegato le leggi alle proprie necessita` – scrivono ancora – , stavolta rappresentate dall`esigenza di rinnovare la decisione, visto che le delibere di luglio non erano state ratificate dal Consiglio entro i 90 giorni dall`approvazione. Questa e` la stessa maggioranza che e` riuscita a far rimanere l`Abruzzo vergognosamente senza vaccini, questione che ci colloca come ultima regione in Italia; che non ha speso i 4,1 milioni di fondi delle donazioni covid; che ha detto no alle assunzioni di precari in sanita` durante emergenza ; che non e` stata capace di portare alcuna soluzione al caos trasporti; che non discute delle risorse europee in arrivo perche` non sa come impiegarle. Una stagnazione diventata paralisi oggi – concludono – con il ritardo dei lavori del Consiglio dovuti allo scontro Febbo-Lega. Una vera vergogna”.


Print Friendly and PDF

TAGS