Abruzzo, Giunta regionale: approvato il preconsuntivo per l’annualità 2021

Il risultato di amministrazione presunto, al 31 dicembre 2021, è pari a 468,4 milioni di euro

di Redazione | 03 Giugno 2022 @ 22:28 | POLITICA
giunta sostegno alimentare Regione Abruzzo
Print Friendly and PDF

L’AQUILA – La Giunta regionale, riunita in seduta straordinaria, ha deliberato l’approvazione del preconsuntivo, per l’annualità 2021, ai fini dell’applicazione dell’avanzo di amministrazione presunto con riferimento alle quote vincolate, accantonate e destinate. Il risultato di amministrazione presunto, al 31 dicembre 2021, è pari a 468,4 milioni di euro, superiore di circa 150 milioni di euro rispetto al risultato di amministrazione iniziale del 2021, pari a circa 318 milioni di euro.

Dopo una dettagliata istruttoria, l’esecutivo ha, inoltre, deliberato l’approvazione della permuta tra le aree di sedime “ex Casa dello Studente”, in via XX Settembre, e l’ex Scuola “G. Carducci” in via Duca degli Abruzzi, ubicate nel territorio comunale dell’Aquila. La Regione ha ratificato l’accordo di permuta proposto dall’ADSU dell’Aquila per la ricostruzione della nuova “Casa dello studente” per un costo complessivo di circa 10 milioni di euro.

Approvato il Programma operativo regionale annuale 2022 della Regione Abruzzo, per l’attività di vigilanza sull’emissione deliberata nell’ambiente di organismi geneticamente modificati (OGM). Attuato anche il Programma operativo nazionale annuale – anno 2022 – il cui Piano generale è adottato in ottemperanza al Decreto del Ministro dell’Ambiente (oggi Transizione ecologica) dell’8 novembre 2017. Nello specifico, l’attività di vigilanza a cui è tenuta la Regione Abruzzo consiste in ispezioni e controlli per le seguenti linee di attività: l’immissione sul mercato di OGM come tali o contenuti in prodotti, esclusa la coltivazione (garofani in commercio, siti di stoccaggio di mais e soia) e verifica del rispetto del divieto di coltivazione della linea di mais MON810.

Disco verde anche allo schema di convenzione del bando per l’assegnazione dei fondi destinati agli “Interventi di rimozione e smaltimento amianto (MCA) in edifici pubblici scolastici ed ospedalieri” e nominato il Responsabile Unico dell’Attuazione (RUA) degli interventi da finanziare. Con un Decreto Direttoriale del Ministero dell’ambiente e della tutela del territorio e del mare (MATTM), ex Direzione Generale per la Salvaguardia del Territorio e delle Acque, di fine 2019, erano state individuate le modalità operative per l’attuazione del “Piano di interventi di bonifica da amianto negli edifici pubblici scolastici ed ospedalieri”, incardinato nel sotto-piano “Interventi per la tutela del territorio e delle acque” del Piano Operativo Ambiente e finanziato con una Delibera CIPE febbraio 2018 di approvazione del secondo “Addendum al Piano Operativo Ambiente – FSC 2014-2020”.

Le risorse assegnate alla Regione Abruzzo per l’attuazione del Piano sono pari a 20milioni 147mila 938 euro. La Regione, in qualità di beneficiaria della risorsa assegnata e Responsabile Unico dell’Attuazione (RUA) del Piano, è tenuta all’individuazione degli interventi da finanziare, alla gestione, al controllo e al monitoraggio sulla realizzazione degli interventi medesimi. Con questo provvedimento, oltre ad approvare lo schema di convenzione per la concessione di contributi per gli interventi di rimozione e smaltimento amianto (MCA) in edifici pubblici scolastici ed ospedalieri, vengono anche definiti i compiti e gli obblighi che regolano i rapporti tra la Regione Abruzzo (RUA) e gli Enti (Soggetti Attuatori) per l’attuazione degli interventi finanziati.

La Giunta ha, poi, approvato lo schema di convenzione in relazione alle disposizioni per l’affidamento del servizio di supporto istruttorio per la gestione dei contributi O.C.M. nel settore delle ristrutturazioni viticole e per l’UMA (Utenti Motori Agricoli) alla società in house Abruzzo Sviluppo S.p.A.

Riguardo alle misure straordinarie di sostegno alle attività poste in essere

dalle Aziende di servizi alla persona (ASP) durante il periodo emergenziale, per la prevenzione del controllo delle infezioni da Covid-19, misure introdotte dalla legge regionale 3 giugno 2020 n. 10, per un importo pari a 3 milioni di euro, la Giunta regionale ha disposto il differimento dei termini per consentire di terminare il processo di rendicontazione a saldo per le maggiori spese sostenute per il contenimento del Covid-19 e per le azioni volte a garantire il funzionamento dei servizi nelle successive fasi post emergenziali, inclusi gli interventi strutturali migliorativi al fine di consentire l’isolamento per l’attuazione delle disposizioni nazionali e regionali per il trattamento del Covid-19. Sono state pertanto approvate alcune modifiche in relazione al pagamento dei fornitori.

Via libera, sulla base della Legge regionale 31 luglio 2018, n. 23, che prevede interventi regionali per lo sviluppo internazionale del commercio, alla bozza di protocollo d’intesa tra la Regione Abruzzo e Amazon Service Europe s.a r.l. Si tratta di un’intesa rivolta alla realizzazione di attività di supporto alla digitalizzazione delle PMI e la promozione, nell’ambito del Made in Italy, dei prodotti della regione Abruzzo


Print Friendly and PDF

TAGS