Abruzzo, Garante per l’Infanzia vicino a ragazzi immunodepressi

di Redazione | 23 Settembre 2020, @11:09 | ATTUALITA'
Ispettorato della funzione sociale: le precisazioni della Garante per l'infanzia Falivene
Print Friendly and PDF

PESCARA – L’evento del 3 settembre organizzato dalla dott.ssa Greco e dai medici del presidio ospedaliero di Pescara, ha rappresentato un riconoscimento per coloro che hanno combattuto la battaglia del covid-19.

Così il Garante per l’Infanzia e l’adolescenza della Regione Abruzzo, Maria Concetta Falivene, sul convegno “La progettualità della pediatria. Un sogno a colori”, nel corso del quale si è discusso della gestione del rientro a scuola in sicurezza, dopo l’emergenza coronavirus, alla luce di una serie di nuovi progetti frutto di recenti ricerche scientifiche

E’ stato elaborato un protocollo speciale che verrà attuato nel territorio abruzzese e consiste nello screening per 700 bambini, almeno inizialmente. Partendo da questo progetto sono stati illustrati altri punti critici, tra cui la fragilità di alcuni bambini. Con l’ispettore Bocchia si sta lavorando ad un progetto per prevenire le difficoltà di quei bambini che no possono frequentare la scuola per immunodeficienza. Il protocollo sperimentale ha interessato anche i garanti delle altre regioni. Si tratta di programmi da attuare in caso di una seconda emergenza o per l’influenza stagionale.


Print Friendly and PDF

TAGS