Abruzzo film commission, Febbo: Pietrucci si è distratto per un anno

di Redazione | 26 Aprile 2020, @11:04 | POLITICA
Print Friendly and PDF

L’AQUILA – “Dichiarare di rimettere in moto la procedura per l’effettiva costituzione della Film Commission è come affermare di non aver vissuto nella Regione Abruzzo nell’ultimo anno e, tra l’altro, rimediando anche una pessima figura”.

Così l’assessore regionale al Turismo e Cultura della Regione Abruzzo Mauro Febbo rispetto alle ultime dichiarazioni del Partito democratico e del suo consigliere Pierpaolo Pietrucci.

“La Film Commission – spiega Febbo – in questo primo anno di Governo regionale di certo destra non solo non si è mai fermata ma ha continuato la sua crescita, l’organizzazione e a produrre la sua attività al servizio del territorio. Per chi è stato poco attento, assente, non ha letto i giornali o semplicemente non si è informato con una semplice richiesta agli uffici avrebbe saputo che innanzitutto l’Abruzzo Film Commission è entrata a far parte del Coordinamento delle Film Commission d’Italia ed ha partecipato, lo scorso anno, a tutte le sette convocazioni del Coordinamento nazionale promosse e coordinate dalla Direzione Cinema del MIBACT. Questo significa che la Film Commission Abruzzo è entrata pienamente e concretamente nella fase operativa fornendo nel 2019, pur nella sua acerba costituzione, assistenza operativa a ben 12 produzioni cinematografiche e fiction sul territorio regionale”.

“Inoltre – continua Febbo – dal mio insediamento in assessorato abbiamo anche progettato, realizzato ed avviato da luglio scorso il sito web della Film Commission d’Abruzzo, dotato di contenuti e reso operativo grazie al personale interno del Servizio, senza esborso di ulteriori risorse, e in collaborazione con l’Ufficio dei Sistemi Informativi della Regione Abruzzo. Altro aspetto importante è stata la realizzazione di una banca dati dove reperire professionalità e maestranze abruzzesi proprio del settore, a disposizione di case di produzione interessate a girare in Abruzzo”.

“Senza dimenticare come abbiamo reso disponibile inoltre sul sito della FCA, unico progetto del suo genere in Italia, la possibilità di reperire testi e informazioni su personaggi, tradizioni, storie relativi alla regione, ad uso di registi, sceneggiatori, artisti, location manager, mettendo in rete tutte le informazioni bibliografiche presenti presso le Biblioteche e le Agenzie regionali coniugando in questo modo l’aspetto turistico e culturale. In aggiunta, su richiesta del Ministero, abbiamo inserite sul portale nazionale Italy for Movies, testi e foto relative a 45 location suggestive della regione Abruzzo”.

“Tutto questo lavoro – rimarca l’assessore Febbo – è stato accompagnato ovviamente da un’attività di Promozione della Film Commission Abruzzo inserendoci su alcune importanti riviste ed eventi di settore, e attraverso la realizzazione di una Brochure bilingue e di un Video sulle caratteristiche “cinematografiche” del territorio abruzzese, che ha riscosso lusinghieri apprezzamenti e riconoscimenti anche internazionali. Evento apice di promozione, è stata la presentazione della Film Commission e dell’Abruzzo come location cinematografica a Los Angeles durante l’American film Market, ossia il più importante evento mondiale di settore, che ha visto la partecipazione di oltre 105 partecipanti tra registi, produttori operativi, attori e tecnici di fama mondiale”.

“Questa vetrina è stata occasione per l’avvio dell’Advisory Board North America della Film Commission d’Abruzzo costituito da professionisti del settore cinematografico Americana di origini Abruzzesi. Infine proprio nei primi mesi del 2020, prima dell’interruzione a causa dell’emergenza sanitaria, oltre ad aver promosso un incontro con il Presidente di Cinecittà per future collaborazioni, erano in gestione da parte dell’assessorato e della Film Commission ben quattro richieste di case di Produzione di Film da girare in Abruzzo (di cui una internazionale a seguito proprio dell’incontro di Los Angeles) promuovendo due specifici incontri con Enti ed operatori dei territori interessati alle possibili produzioni. Un lavoro che riprenderemo sicuramente nelle prossime settimane. In ultimo è imminente un primo Bando di sostegno alle produzioni cinematografiche”.

Pertanto – conclude Febbo – questo Governo Regionale non solo porta avanti in maniera convinta e concreta il progetto della Film Commission ma crede nella sua forza turistica, culturale e promozionale e quindi invito il consigliere del Partito democratico a documentarsi prima di inciampare in scivoloni da dilettante. Questo Assessorato è concreto, efficiente ed efficace a differenza di quello che ha sostenuto nella passata legislatura”.


Print Friendly and PDF

TAGS