Pierpaolo Pietrucci
Pierpaolo Pietrucci

Il Consiglio regionale ha approvato la legge presentata dal consigliere regionale Pierpaolo Pietrucci sull’introduzione della clausola sociale regionale obbligatoria. Adesso la Regione in tutte le sue ramificazioni, tra cui gli enti, le società strumentali, partecipate, nonché tutti coloro che si trovano a utilizzare fondi regionali e comunitari e la Asl dovranno inserire nei capitolati di appalto la clausola sociale regionale obbligatoria: significa che il personale che ha precedentemente svolto il servizio dovrà essere tutelato (quindi assorbito, mantenendo i diritti acquisiti), in linea con il principio della responsabilità retributiva e con il superamento della distinzione tra appalti e subappalti – spiega Pietrucci. La norma vale anche per il settore dei call center.
La legge trova fondamento nella legislazione europea e nel nuovo codice degli appalti ed è redatta sul modello di altre regioni virtuose che hanno già legiferato in questo senso, tra cui la Puglia, le Marche e l’Emilia-Romagna.
Si fa quindi nel settore degli appalti regionali in senso ampio un passo in avanti significativo, che considero di civiltà – aggiunge Pietrucci –  tutelando i lavoratori e le loro competenze professionali. L’auspicio è che possa essere anche un esempio da seguire anche al di fuori dell’ambito di applicazione. Desidero rivolgere un ringraziamento alla mia collaboratrice Maria Luisa Serripierro e a Paolo Romano, componente dello staff dell’Ufficio della Presidenza del Consiglio, che si sono dedicati agli approfondimenti tecnici necessari alla redazione e all’approvazione di questa importante misura – conclude Pierpaolo Pietrucci.

Commenti

comments