Abruzzo, Avezzano primo Comune ad approvare lo sconto Tari

L’assessora al Bilancio, Ruscio: "Recepite in tempi record le direttive del Governo"

di Redazione | 20 Luglio 2022 @ 08:31 | POLITICA
tari
Print Friendly and PDF

AVEZZANO – Ieri il Comune di Avezzano, primo in Abruzzo, ha approvato, con il passaggio in Consiglio comunale, il pagamento agevolato della Tari, la tassa sui rifiuti. Una riduzione economica che sarà valida per famiglie e imprese per tutto l’anno 2022, così come stabilito dal Dl Aiuti convertito in legge e pubblicato in Gazzetta ufficiale il 15 luglio, e che fa il paio con un sanissimo bilancio di assestamento, documento giuridico-economico approvato con il voto favorevole di tutta la Maggioranza e 7 voti contrari.

«In tempi record e con i numeri in perfetto ordine. L’assestamento è una rendicontazione basata sul bilancio di previsione che normalmente si fa entro il 31 luglio di ogni anno – spiega l’assessora al Bilancio Loreta Ruscio – ed è, a tutti gli effetti, un monitoraggio completo delle attività dell’Ente: noi lo abbiamo approvato in anticipo».

Il documento contabile, discusso nella seduta di oggi pomeriggio, certifica ancora una volta la salubrità di cassa del Comune di Avezzano e va ad aggiornare lo schema finanziario di spese ed entrate in perfetto equilibrio dell’Ente.

«La novità di quest’anno – aggiunge la Ruscio – riguarda, però, un’ulteriore mano tesa a famiglie ed attività per le spese di luce e gas. Al fine di contenere i costi dovuti al caro-energia e all’aumento spropositato dei prezzi delle materie prime, la Tari è stata ridotta sia per le utenze domestiche che non domestiche. Un aiuto essenziale che l’amministrazione Di Pangrazio ha immediatamente voluto applicare sul territorio comunale con la ricezione della legge nazionale: da domani scatterà la riduzione che va dal 10% al 30% massimo della tariffa per utenze non domestiche per tutti i titolari di impresa». Sul punto – ultimo discusso all’Odg – si è registrata l’unanimità di tutta l’assise: la proposta di deliberazione – dopo una breve sospensione dei lavori del Consiglio – è stata integrata da un emendamento elaborato congiuntamente da maggioranza e minoranza. È stato ampliato lo sconto sulla tassa a beneficio di alcune categorie di esercenti, fortemente colpite dalla crisi Covid (la riduzione passerà dal 10% al 20% per parrucchieri, estetiste, barbieri e banchi di mercato di beni durevoli).

L’agevolazione varrà anche per i nuclei familiari che presentano un ISEE non superiore a 12 mila euro e per tutti i nuclei familiari con almeno quattro figli a carico e con un indicatore ISEE non superiore a 20 mila euro.

In questi casi, la riduzione della tariffa per utenze domestiche sarà del 25% su totale complessivo della bolletta (quota fissa + quota variabile). Per i cinema, i teatri e gli impianti sportivi, attività enormemente gravate dal caro-bollette, la riduzione è addirittura maggiorata: grazie alla speditezza della macchina amministrativa sarà del 30%. Agevolazione che riguarderà anche i negozi, i ristoranti, le pizzerie, i bar e le pasticcerie. La copertura delle spese della Tari agevolata avverrà, così come stabilito dal quadro legislativo nazionale, con i fondi emergenziali erogati nel biennio 2021-22.

«Poche variazioni di bilancio per questo documento con le coordinate giuste per poter proseguire bene nell’attività amministrativa – aggiunge il presidente della Commissione Bilancio Lucio Mercogliano – . Sono previste maggiori entrate (83 mila euro) grazie al recupero dell’evasione della Tasi: soldi che verranno spesi nel prossimo semestre per la città».

Il Comune di Avezzano si mostra in linea con le dinamiche di aiuto nazionali ed evidenzia un andamento economico ragionato e senza sorprese. Le variazioni di bilancio riguardano prettamente il settore Sociale, mappa delle risposte rapide e concrete verso chi ha bisogno o è in difficoltà: sono stati inseriti 18 mila e 750 euro in più per rafforzare il Fondo povertà estrema.

Un aumento di circa 16 mila euro, invece, è stato stanziato per l’assistenza scolastica specialistica. Più di 66 mila euro, infine, andranno ad irrobustire il Sistema integrato di educazione e istruzione. «Continua la marcia positiva dell’Ente. – conclude Mercogliano – Un Comune sano, con visione e vicino alla città nella lotta contro il Covid e il caro-bollette».


Print Friendly and PDF

TAGS