Abruzzesi a Bruxelles donano 3 mila euro per progetto culturale di Fontecchio

di Redazione | 06 Marzo 2020, @10:03 | CULTURA
Fontecchio
Print Friendly and PDF

L’AQUILA – Abrussels asbl, associazione degli abruzzesi a Bruxelles e Abruzzo Smart Ambassador, ha messo a disposizione di associazioni no profit apartitiche operanti in Abruzzo la somma di 3.000 euro per realizzare un progetto senza scopo di lucro dal titolo “RilanciAmo”.

Il progetto ha il fine di rilanciare, conservare, proteggere e valorizzare il patrimonio artistico e culturale abruzzese, con particolare riferimento alle aree colpite dai sismi del 2009 e del 2016.

“Sono molto orgoglioso di affermare che per il terzo anno consecutivo il bando ha riscosso un grande successo – afferma in una nota Claudio Vernarelli, presidente dell’Associazione Abrussels – . Sono state vagliate difatti 22 proposte. Dopo un’attenta valutazione, è stato selezionato il progetto ‘Officina Manuzio. I Mestieri del Libro’ dell’associazione Harp asp di Fontecchio (L’Aquila)”.

Officina Manuzio è un nuovo progetto che vuole porre in evidenza l’importanza della filiera del libro analizzando i passaggi necessari alla realizzazione di un buon prodotto e fornendo un servizio alle case editrici con una ricaduta positiva sia per l’imprenditoria giovanile sia per l’indotto che potrebbe derivare da un sistema di produzione creativa nelle aree interne.

Il progetto è indirizzato a un minimo di 10 e un massimo di 30 persone tra studenti e studentesse del 4° e 5° anno della scuola secondaria, giovani diplomati/e, studenti e studentesse universitari e disoccupati/e in cerca di occupazione. Inoltre è prevista una convenzione con istituti superiori dell’Aquila e di Sulmona e con l’Università dell’Aquila per tirocini formativi.

Il presidente di Abrussels, Claudio Vernarelli, ricorda che “sebbene il contributo messo a disposizione sia simbolico, questo è un segnale di vicinanza, concreto e forte, di tutta la comunità abruzzese residente a Bruxelles, capitale del Belgio e dell’Europa”.

“Questi fondi – continua Claudio Vernarelli – sono stati raccolti grazie ad attività di puro volontariato dei soci che si sono impegnati con diverse iniziative e che, all’unanimità, hanno deciso di finanziare un progetto di alto valore socio – culturale. Vorrei ringraziare i soci valutatori per il lavoro che è stato fatto, e la socia Cristiana Marchitelli per la realizzazione della grafica e la comunicazione”.


Print Friendly and PDF

TAGS