Abitazioni equivalenti, 639 alloggi in città. Alcuni sono già sul mercato

di Alessio Ludovici | 18 Giugno 2021 @ 06:00 | ATTUALITA'
l'aquila
Print Friendly and PDF

L’AQUILA – Sono 639 gli alloggi cosiddetti equivalenti nel Comune dell’Aquila. Si tratta delle unità immobiliari ricostruite e cedute al Comune, ma non solo. Questi i risultati dell’ultimo aggiornamento di Open Data Ricostruzione. 639 alloggi in 269 interventi di ricostruzione perché in un aggregato possono esserci uno o più proprietari che hanno optato per la sostituzione edilizia, cioè la possibilità di cedere l’appartamento al pubblico in cambio di una somma vincolata per ricomprare altrove, dove altrove per molto tempo è significato anche fuori città. Qui l’analisi completa di Open Data Ricostruzione. Alcuni alloggi sono in ancora in mano a Cdp Immobiliare, qui l’elenco degli immobili in vendita, già sul mercato cioè e basta chiedere informazioni per poterli visitare con un’agenzia immobiliare cittadina. 

Il Comune dell’Aquila sta provando a “valorizzare”, cioè a mettere a rendita, questo enorme patrimonio immobiliare che altrimenti rappresenta solo un costo. Ad oggi la prima “valorizzazione” in itere è quella del costituendo Collegio d’Aragona, un campus per studenti meritevoli gestito da una fondazione privata con soci fondatori enti pubblici: Comune dell’Aquila, Univaq e Gssi. Il grosso dei fondi per questo primo tentativo di valorizzare le case dallo stato pagate due volte, per acquisirle e per ricostruirle, arriva ovviamente sempre dallo stato, dai fondi Restart cioè della ricostruzione, con cui è finanziato il progetto. 

Per gli altri, il Comune ne dovrebbe avere poco meno di 600 in tutto, il futuro è ancora tutto da scrivere. 


Print Friendly and PDF

TAGS