A24/A25, Bagnai (Lega): prive di fondamento voci su aumenti

Intanto, una pendolare aquilana scrive un appello per la riduzione del pedaggio autostradale

di Redazione | 24 Novembre 2022 @ 15:53 | POLITICA
A24/A25
Print Friendly and PDF

ROMA – Si è svolta stamani, al Ministero delle infrastrutture e dei trasporti a Roma, una riunione informale fra il Ministro Matteo Salvini e gli amministratori e rappresentanti del territorio abruzzese sulle problematiche legate alle autostrade A24 e A25.

Il Ministro delle infrastrutture Salvini, assistito dagli uffici della sua struttura, ha voluto acquisire elementi per convocare a breve un tavolo istituzionale allargato a una delegazione più ampia dei rappresentanti del territorio.

“Dalla riunione”, afferma il deputato della Lega, Alberto Bagnai, “è emerso un primo dato: le voci riferite ad aumenti “monstre” delle tariffe sono destituite di fondamento. 

Il ministero e l’ANAS sono al lavoro per realizzare gli investimenti necessari a riqualificare questa fondamentale infrastruttura. Riteniamo opportuno in questa fase evitare allarmi strumentali, per favorire un corretto dialogo fra tutti i livelli istituzionali nel territorio e a Roma”.

 

E intanto, una pendolare aquilana scrive: 
 
“Il mio vuole essere un appello ai Sottosegretari, in particolare a quello allo Sviluppo Economico, ai Deputati e ai Senatori abruzzesi in carica affinchè si impegnino a far ridurre drasticamente, quantomeno per i pendolari, il pedaggio dell’autostrada A24, ora gestita dallo Stato attraverso l’Anas. Si tratterebbe di una misura fondamentale per famiglie e imprese in difficoltà ma anche per completare il processo di ripresa di molte città colpite dal sisma.

Se non ora quando? 

 
Ora che l’autostrada A24 è gestita di fatto dallo Stato, ora che l’orientamento politico di Comune, Provincia, Regione e del Governo è il medesimo e che potrebbero essere utilizzati fondi PNRR per la manutenzione delle autostrade!

Per le Province di L’Aquila e Teramo, martoriate da sisma e pandemia, sarebbe una grande boccata d’ossigeno e un’ottima occasione per il rilancio e la valorizzazione di tutto il territorio abruzzese”.


Print Friendly and PDF

TAGS