A14: Alba di sangue, schianto fatale. Morte due polacche residenti all’Aquila

di Redazione | 25 Giugno 2023 @ 12:50 | ATTUALITA'
A14 incidente
Print Friendly and PDF

SAN BENEDETTO – Tragedia all’alba di ieri, verso le 5, sulla corsia sud dell’autostrada A14 tra i comuni di Grottammare e San Benedetto, al km 308 circa. Vi hanno perso la vita due donne di nazionalità polacca, rispettivamente di 57 e 63 anni, residenti a L’Aquila. Viaggiavano a bordo di una Fiat Punto, condotta da un connazionale e stavano tornando da un viaggio che, dalla Polonia, loro terra di origine, fino a L’Aquila. La vettura, finita fuori della corsia di marcia, si è schiantata contro lo spigolo posteriore sinistro di un Tir fermo sulla piazzola di sosta, il cui conducente si era fermato per risposare. E’ stato lo stesso autotrenista che, ironia della sorte, lavora per la ditta di autotrasporti internazionali polacca ’Gapinski’, a dare l’allarme. Mentre le due donne sono decedute sul colpo, l’uomo è rimasto gravemente ferito ed è stato estratto dalle lamiere dell’utilitaria dai vigili del fuoco di San Benedetto e poi affidato al personale sanitario della Potes-118 del Madonna del Soccorso, intervenuto con due ambulanze. Date le avverse condizioni del tempo, a quell’ora c’era anche molto vento, l’Eliambulanza non si è potuta levare in volo, per cui il paziente, sessantenne, è stato trasportato con l’ambulanza all’ospedale di Torrette. Sul posto sono accorse le pattuglie della sottosezione della polizia autostradale di Porto San Giorgio, che si sono occupate della viabilità e dei rilievi tecnici del drammatico incidente, l‘ennesimo che accade nel tratto compreso fra Grottammare e San Benedetto.

Le due salme, una volta ottenuto il nulla osta dal medico legale e dal magistrato di turno, sono state trasportate all’obitorio dell’ospedale Madonna del Soccorso di San Benedetto e messe a disposizione dei familiari per il rimpatrio e la celebrazione dei funerali. Considerata la dinamica dell’incidente stradale, è stato deciso di non procedere ad alcuna autopsia o ad altri esami autoptici. Resto alta l’apprensione per il sessantenne che era alla guida dell’auto che sta lottando, tra la vita e la morte, nel reparto di Rianimazione dell’ospedale regionale di Torrette ad Ancona. L’incidente stradale non ha creato particolari problemi al traffico, sia per l’orario che per il fatto che il terribile schianto si è verificato al di fuori delle corsie di marcia.

 


Print Friendly and PDF

TAGS