A Venezia svolta storica: iniziati i lavori per proteggere la Basilica di San Marco dall’acqua alta

Protezione anche quando il Mose non sarà attivato

di Lorenzo Mayer | 17 Ottobre 2021 @ 07:00 | ATTUALITA'
Print Friendly and PDF

VENEZIA – Sono finalmente partiti i lavori per tenere la Cattedrale di San Marco all’asciutto dall’alta marea anche quando il Mose non sarà in funzione. Va ricordato che la Basilica, che si trova in Piazza San Marco il punto più basso del centro storico va sott’acqua già con una quota di marea di 85 centimetri sul medio mare, mentre il Mose verrà azionato sicuramente con una quota inferiore ai 110 sul medio mare. Le barriere provvisorie e rimovibili permettono comunque, in attesa della realizzazione delle opere complementari e di un progetto complessivo, di tenere al riparo la Basilica di San Marco. Il cantiere è aperto, ma proprio le acque alte di questa stagione, rallentano in modo pesante e frenano il cronoprogramma.

Le barriere provvisorie non saranno pronte per il prossimo Natale, come si sperava inizialmente, e si passerò ai primi mesi del 2022. Carlo Alberto Tesserin, Primo Procuratore di San Marco, ha commentato con noi questa notizia dalle due facce. 

 


Print Friendly and PDF

TAGS