A Scoppito si insedia la Consulta per le politiche sociali

di Redazione | 01 Luglio 2020 @ 11:57 | ATTUALITA'
Print Friendly and PDF

SCOPPITO – Il Comune di Scoppito ha tenuto la prima seduta di assemblea della Consulta delle politiche sociali presieduta dall’assessora Pamela Soncini. Istituita a dicembre del 2017, la Consulta risulta operativa con la nomina dei componenti avvenuta in seno al Consiglio Comunale; sono state vagliate numerose candidature, tutte di elevato profilo.

“Le politiche sociali costituiscono oggi un settore fondamentale nell’attività dell’amministrazione. Le problematiche e le nuove esigenze emerse nelle nostre comunità dopo le vicende dell’ultimo decennio non ultima l’emergenza covid, necessitano di un nuovo approccio che preveda la partecipazione di tutti i settori della società alle scelte strategiche. È in quest’ottica che si inserisce la costituzione della consulta”, afferma in una nota il sindaco Marco Giusti.

Estremamente soddisfatta per il compimento di una azione amministrativa iniziata fin dai primi giorni di mandato, l’assessora Soncini ha seguito lo svolgersi dei lavori con lo spirito di chi è riuscito nell’intento di creare opportunità per i propri cittadini, soprattutto per quei giovani, che, impegnati nella Consulta giovanile, per sopraggiunti limiti di età ora possono trovarsi a proseguire un rapporto mai interrotto con la comunità, in prima linea, come li ha voluti il consigliere Tommaso Ciancarella, fautore della prima Consulta giovanile ormai 10 anni fa.

“Bisognerà operare con chi proviene dalle diverse frazioni scoppitane – dice la Soncini – con professionalità ed esperienze mirate allo sviluppo e alla elaborazione dei temi propri del sociale. Un laboratorio che vuole essere un volano di idee da trasformare in azioni concrete, fatto da persone che in questi anni hanno dato prova di ciò che ,anche solo individualmente, sono esempi di integrazione e collaborazione”.

Il senso, fortissimo, di comunità che è proprio dei cittadini di Scoppito sarà il collante di questo gruppo di cui attendo impaziente proposte e osservazioni” conclude l’assessora.

La Consulta è formata da Giada Izzi, presidente, Donato Mattei, vice presidente, e dalla segretaria Monica Di Fiore Mariani e altri sette membri tra cui figurano un componente della maggioranza consiliare, Tommaso Ciancarella, uno dell’opposizione, Marco Mancini, nonché la rappresentanza cittadina, nelle persone di Lina Massimiani, Maria Grazia Toppi, Maria Linda Odorisio, Andrea Salomone e Chiara Gallo.

La presidente ha ben chiari in mente gli obiettivi che la muoveranno nel biennio che avrà a disposizione prima che il loro mandato cessi con l’indizione di nuove elezioni amministrative: ”Essere stata eletta all’unanimità presidente della Consulta per le politiche sociali del Comune di Scoppito è per me motivo di orgoglio e grande emozione, ma soprattutto è certezza di una proficua collaborazione tra tutti membri costituenti che cercheranno di perseguire l’obiettivo principale per cui tale Consulta è stata istituita, ovvero la proposta di iniziative volte alla promozione del benessere sociale, il potenziamento del senso di comunità e la prevenzione di situazioni di disagio. Io sono sin da ora disponibile a favorire un reciproco scambio di opinioni e idee, forte delle specifiche competenze in ambito formativo e professionale di ognuno dei componenti.“

“Sono estremamente onorata di essere stata scelta come membro della Consulta e della fiducia in me riposta dal Consiglio Comunale e gli Assessori. Per le finalità che la Consulta dovrà conseguire, la vicinanza e l’ascolto della cittadinanza saranno per me guida e strumento di scelta costanti”, afferma Monica Di Fiore Marianni, nell’immediatezza della nomina, mentre il vice presidente, Donato Mattei aggiunge che “con l’istituzione della Consulta i cittadini contribuiranno in maniera diretta alle scelte dell’amministrazione comunale”.


Print Friendly and PDF

TAGS