A L’Aquila liste d’attesa sfiancanti per la riabilitazione. Arrivano quattro nuovi professionisti

di Alessio Ludovici | 21 Maggio 2024 @ 05:00 | SANITA'
centro riabilitazione collemaggio
Print Friendly and PDF

L’AQUILA – Periodicamente ci troviamo ad affrontare il problema delle liste d’attesa nella sanità pubblica abruzzese e aquilana in particolare. Qualche settimana fa aveva fatto scalpore in città la lettera di una mamma aquilana, con una bambina di due anni affetta da una malattia genetica rara. In questi giorni l’ennesima segnalazione.

“Stanno per arrivare due psicomotricisti e due logopedisti” la replica di Antonello Bernardi, direttore dell’ Unità operativa di Riabilitazione Territoriale, che raggiunto telefonicamente dal nostro giornale spiega che la situazione è complessa nonostante il lavoro importante della struttura. “L’asseunzione di queste quattro persone è una risposta abbastanza importante rispetto alla criticità che è nota a noi e alla Asl. Certo non risolvono il problema delle liste d’attesa che è una problematica con numeri importanti, ma è una risposta concreta”.

Professionisti provenienti da specifiche graduatorie e che andranno ad impolpare un organico che fa fronte ad una richiesta crescente, bisognerebbe anche indagarne i motivi, di cure e assistenza.

Le difficoltà sono principalmente delle famiglie costrette a rivolgersi a strutture private in altre città o a peregrinare tra le poche strutture della Asl disperse nel territorio, non certo l’idea di sanità territoriale che utenti e personale meriterebbero. Le lunghe liste d’attesa riguardano ormai decine di bambini in provincia dell’Aquila, per non parlare degli adulti, e servirebbero nel territorio strutture e personale adeguato per dare una risposta.


Print Friendly and PDF

TAGS