La lettura va in città. A L’Aquila gli Stati Generali dei Patti per la Lettura 2024

All'apertura dei lavori prevista la presenza del ministro Sangiuliano.

di Fausto D'Addario | 16 Giugno 2024 @ 05:07 | CULTURA
Stati Generali dei Patti per la Lettura 2024
Print Friendly and PDF

Il 28 e il 29 giugno nella Sala Ipogea del Palazzo dell’Emiciclo dell’Aquila si terrà l’edizione 2024 degli Stati generali dei Patti per la Lettura, la manifestazione del CEPELL (Centro per il libro e la lettura) dedicata alla rete dei Patti per la lettura.

L’Aquila – Il 28 e il 29 giugno tornano gli Stati Generali dei Patti per la Lettura e per l’edizione 2024 l’evento sarà ospitato presso la prestigiosa sede del Palazzo dell’Emiciclo a L’Aquila. Si tratta della quarta edizione della manifestazione che il CEPELL (Centro per il libro e la lettura) dedica alla riflessione pubblica sui temi legati alla programmazione delle politiche pubbliche a sostegno della cultura e della lettura. I Patti per la lettura sono un vero e proprio contratto per la promozione e il sostegno della lettura in cui l’ente pubblico, come il Comune o le Unioni dei Comuni o la Regione, si fa capofila del Patto locale e attua e coordina gli interventi di promozione della lettura coinvolgendo attivamente soggetti pubblici e/o privati: biblioteche, scuole, associazioni, librerie, case editrici, fondazioni, ospedali, consultori, gruppi di lettura, istituti culturali, enti del terzo settore e altri. I Patti sono censiti dal Centro per il libro in una Banca Dati dedicata: in Italia sono attualmente 738, con 22 comuni abruzzesi coinvolti, numero certamente destinato a crescere, senza contare le 19 realtà regionali che hanno ottenuto la qualifica di “Città che legge“.

Dopo le edizioni che hanno visto coinvolte, a partire dal 2021, le città di Taormina, Assisi e Trapani, ora è la volta dell’Abruzzo, con L’Aquila nella nuova veste di Capitale della Cultura 2026. Anche il Comune dell’Aquila ha fatto propria, attraverso specifiche iniziative, una visione della cultura come risorsa primaria per allargare la base dei lettori e delle lettrici abituali, per avvicinare alla lettura chi ha smesso di coltivarla, per contribuire alla formazione di ragazzi e ragazze, dei nuovi cittadini, rivolgendo un’attenzione particolare agli ambiti in cui si registra un basso livello di partecipazione culturale e aiutare chi è in difficoltà: leggere nelle carceri, negli ospedali, nei centri di accoglienza, nelle case di riposo. Sono più di venti i soggetti presenti in città che hanno aderito al Patto comunale, solo per citarne alcuni: l’Istituto Cinematografico dell’Aquila “La Lanterna Magica”, il Teatro Stabile d’Abruzzo, la Fondazione MAXXI- Museo delle Arti del XXI secolo e il CAI – Sezione L’Aquila.

Stati Generali dei Patti per la Lettura 2024 – Prima giornata

I lavori degli Stati Generali prenderanno il via venerdì 28 giugno alle 15.00 nella Sala Ipogea del Palazzo dell’Emiciclo con i saluti istituzionali. Oltre al presidente del CEPELL Adriano Monti Buzzetti interverranno la direttrice generale Biblioteche e Diritto d’autore MiC, Paola Passarelli, il sindaco dell’Aquila Pierluigi Biondi e, a seguire, Gianguido D’Alberto, presidente di Anci Abruzzo, Lorenzo Sospiri, presidente del Consiglio Regionale Abruzzo, e Marco Marsilio, presidente della Regione Abruzzo. Conclude il Ministro della Cultura Gennaro Sangiuliano. A seguire, introduce i lavori il direttore del Centro per il libro e la lettura Luciano Lanna.

Alle 16.00 avrà luogo la tavola rotonda dal titolo “I Patti per la Lettura: da rete locale a rete regionale“, moderata da Vincenzo Santoro (Anci), con la partecipazione di Roberto Santangelo (assessore Cultura Regione Abruzzo), Simona Renata Baldassarre (assessore Cultura Regione Lazio), Dimitri Bosi (Regione Abruzzo – Servizio Beni e Attività culturali Patti per la lettura Teramo), Ester Di Cino (Dirigente Cultura Regione Abruzzo), Elena Mengotti (assessore Regione Friuli Venezia Giulia), Aldo Patruno e Paolo Ponzio (Regione Puglia), Chiara Biondi (assessore Regione Marche), rappresentante del Comune di Pescara.

Alle 17:30 è la volta del panel Enti locali, lettori, librerie e biblioteche nell’economia della cultura, moderato da Adriano Monti Buzzetti, con gli interventi di Paolo Ambrosini (ALI), Laura Ballestra (AIB), Carolina Botti (Ales), Flavia Cristiano (Ibby), Umberto Croppi (Federculture), Fabio Del Giudice (AIE), Francesco Marcolini (Lazioinnova). La prima giornata si concluderà alle 19.00 con il reading “La lettura è come il pane: nutrimento terrestre e celeste” con Giorgio Colangeli e Lucilio Santoni.

Seconda giornata

I lavori di sabato 29 giugno si apriranno alle 10.00 con l’evento “Verso L’Aquila Capitale della Cultura 2026: presentazione del nuovo numero di Città che legge“. Modera Luciano Lanna, intervengono Roberto Alfatti Appetiti (giornalista e saggista), Pierfranco Bruni (scrittore, presidente della Commissione Capitale Italiana del Libro 2024), Nicola Genga (caporedattore della rivista). Conclude Pierluigi Biondi (Sindaco L’Aquila).

Alle 10:45 il panel “Promozione della lettura: la rete virtuosa delle realtà attive in Abruzzo“, con gli interventi di Dacia Maraini (scrittrice), Paolo De Cesare (vicesindaco Chieti), Antonio Filipponi (assessore Cultura Teramo) e Giuseppe Vitale (consigliere comunale di Pescasseroli). Partecipano, inoltre, Silvia Arcano (Comitato Organizzatore del Premio Nazionale Benedetto Croce), Pasquale D’Alberto (Coordinatore del Premio Nazionale Benedetto Croce), Vincenzo D’Aquino (Direttore del Fla), Stanislao de Marsanich (Presidente Nazionale dei Parchi Letterari), Giovanna Di Lello (Direttrice del John Fante Festival), Michele La Cesa (Coordinatore Pescasseroli Città che legge), Andrea Lombardinilo (Professore Università degli studi di Chieti), Carla Tiboni (Presidente Premi Internazionali Flaiano), Mirko Zauri (Presidente del Premio Silone). Nel pomeriggio di sabato, alle ore 15, l’ultimo panel “Buone pratiche e progetti per la lettura: una rete nazionale da potenziare“, con le conclusioni dell’evento, alle 17:30, affidate al presidente del Centro Adriano Monti Buzzetti.


Print Friendly and PDF

TAGS