25 aprile, scuola di San Demetrio celebra la maestra antifascista Cesira Fiori

di Redazione | 22 Aprile 2020, @06:04 | ATTUALITA'
Print Friendly and PDF

SAN DEMETRIO NE’ VESTINI – Una nuova scritta sulla facciata della scuola celebra a San Demetrio Ne’ Vestini (L’Aquila) Cesira Fiori, maestra che combatté il fascismo, proprio in occasione dell’imminente Anniversario della liberazione del 25 aprile.

L’istituto comprensivo è intitolato proprio alla Fiori, che già nel 1921 si impegnò attivamente contro il regime, curò la Rivista di letterature slave, venne poi arrestata e infine confinata a San Demetrio.

Quando San Demetrio venne occupata dalle truppe tedesche, Cesira Fiori fu tra gli animatori della resistenza ed organizzò la banda partigiana “Giovanni De Vincenzo”, che operava nella zona del Gran Sasso.

Nel giugno 1944, prima ancora dell’arrivo delle truppe alleate venne nominata dal locale Comitato di liberazione nazionale sindaco di San Demetrio.

A lei è stato dedicato l’Istituto comprensivo di San Demetrio né Vestini che include anche la valle Subequana e l’altopiano delle Rocche.

“Tutti noi insegnati, alunni, personale scolastico, in maniera simbolica”, dicono dalla scuola, “oggi abbiamo affisso questa ‘targa’ che era pronta sin dal mese di febbraio grazie alla collaborazione del prof. di arte e immagine Eutizio Crudele e dell’artista Daniele Gottastia, impegnati in un’installazione già nella scuola Falcone–Borsellino di Montereale”.

La scuola aspettava l’arrivo del ministro della pubblica Istruzione per l’inaugurazione dell’effige ma la visita è saltata per le restrizioni in atto.

“A nome dell’Istituto e del dirigente scolastico Antonio Lattanzi a Daniele Gottastia va tutto il nostro grazie per la professionalità e la bravura mostrata. Come vedete la scuola non si ferma”.


Print Friendly and PDF

TAGS