“Eccellenza, i cittadini sono stufi di questo rimpallo di dichiarazioni sulla potabilità dell’acqua. L’acqua è un bene primario e va tutelato sotto tutti gli aspetti. Il minimo dubbio sulla sua potabilità genera nella società nervosismo e malumore anche perché fa parte integrante del vivere quotidiano e della propria salute. Aggiungiamo che i cittadini, già oberati da vari balzelli, pagano anche quelli per l’acqua. Per questo motivo chiedono e pretendo chiarezza”.acqua

Inizia così la lettera che Franco Marulli, segretario provinciale di Assocasa Ugl, ha scritto al prefetto dell’Aquila Giuseppe Linardi.

“Per inciso – scrive ancora – ricordiamo che a Bussi dopo 10 anni si sono accorti che il territorio era stato inquinato e che tutto cominciò con il solito rimpallo di competenze, nascondendo dolorose verità ai cittadini. Per non ripetere gli stessi sbagli Assocasa Ugl chiede a Ella Signor Prefetto di L’Aquila di attivare i suoi uffici per verificare se tutte le procedure attuate sono conformi ad affermare la potabilità delle acque. Noi riteniamo che si può procedere anche a individuare un ente terzo che dia reali garanzie sui risultati delle analisi”.

Giuseppe Linardi
Giuseppe Linardi

“La salute pubblica – termina Marulli – chiede tutela, noi riteniamo che Ella può tutelarla dando ai cittadini le dovute rassicurazioni, fondate sulla certezza dei reali risultati, e con celerità visto che l’acqua è un bene di uso quotidiano”.

Franco Marulli
Franco Marulli

Commenti

comments