Pierluigi Biondi

di benedetto“L’Aquila ha bisogno di conoscere, non si possono chiedere proposte e rifiutare il confronto, è un dovere che abbiamo. Non possiamo entrare dentro casa di Americo Di Benedetto, al massimo fuori dal comitato, ma se sarà invitato da qualche parte ci presenteremo anche noi”. Lo ha annunciato nel corso di un incontro con la stampa il candidato sindaco dell’Aquila del centrodestra Pierluigi Biondi riferendosi alle parole di Americo Di Benedetto sui confronti televisivi. Biondi su questo argomento ha diffuso anche sulla sua pagina facebook un video con una sedia vuota del suo sfidante mentre lui parla da solo con alle spalle il nosocomio aquilano. “Non può dire siamo stufi dei confronti, allora quando bisognerà confrontarsi sui grandi progetti che cosa farà?”, ha ironizzato Biondi. Parole di fuoco del candidato consigliere di Noi Con Salvini Luigi D’Eramo per il centrosinistra. “Il centrosinistra ha paura e il nervosismo che trapela lo dimostra. Come può un candidato sindaco annunciare che non terrà nessun tipo di confronto? Ha paura di non reggere il confronto e di essere pesantemente recuperato, di non essere assistito da papà Massimo e da mamma Stefania (in riferimento a Cialente e Pezzopane ovviamente) – ha tuonato D’Eramo – Bisogna cacciare le palle e questo non è un candidato sindaco che ha le palle”. “Se Di Benedetto non va ai confronti, andremo noi ai confronti di Di Benedetto – ha concluso – Alla città non può essere sottratto il confronto. Rispetto ai conigli che scappano qui ci sono persone con le palle”.

Commenti

comments